SERIE B

Virtus Lanciano. Maio chiede una nuova svolta: «ci siamo rilassati un po' troppo...»

Col Latina sabato è importante: «peccato per i tanti indisponibili...»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

292




LANCIANO. Periodo di flessione nelle prestazioni e soprattutto nei risultati per la Virtus Lanciano, che dopo il successo di Avellino non ha saputo più ritrovarsi inanellando una brutta serie di 3 sconfitte consecutive (Perugia, Crotone e Virtus Entella, ndr).

Maragliulo ha parlato a lungo in settimana con i suoi ragazzi e ha chiesto una reazione di orgoglio e sostanza. Si cercherà di recuperare Rigione (novità nell'allenamento di rifinitura di domani, ndr) mentre saranno sicuramente out per squalifica Aquilanti, Bacinovic e Amenta.

Le prestazioni negative, eccezion fatta quella di Crotone dove gli abruzzesi avrebbero meritato almeno il pareggio, impongono una seria riflessione in vista del rush finale del campionato. Occorre rialzarsi in fretta e il match di sabato non sarà certo una passeggiata di salute per i rossoneri. Il Latina è una diretta concorrente alla salvezza e anche se in casa ha disputato un campionato altalenante (7 vittorie, 5 pareggi e 5 sconfitte, ndr), resta pur sempre un avversario costruito per ben altri traguardi.

Tra i tanti temi della partita sicuramente la sfida tra il presente (Maragliulo, ndr) e il passato della Virtus. Quel Carmine Gautieri che con una cavalcata indimenticabile fino alla vittoria dei play-off nel 2011/2012 portò i frentani per la prima volta in Serie B. Capolavoro completato l'anno successivo con la prima storica salvezza tra i cadetti.

«In questo momento siamo sfortunati sia per errori arbitrali che per errori nostri» – ha dichiarato Guglielmo Maio – «con l'Entella siamo partiti male ma poi ci siamo ripresi nel corso della partita. Peccato per il finale (rigore non concesso, ndr) e per le tante ammonizioni di nostri affidati, alla vigilia di un confronto diretto importantissimo col Latina. Siamo però ancora vivi, anche se ci siamo rilassati un po' tutti. Non possiamo gestire il vantaggio, dobbiamo lottare fino all'ultimo».

Le 3 sconfitte consecutive non hanno minato lo spirito dell'Ad rossonero: «Non sono mai stato preoccupato e non lo sono certo adesso che siamo lì a lottare. È un momento che ci va male, ma dobbiamo anche cambiare atteggiamento e testa. Bisogna tornare quelli di qualche settimana fa».

Latina-Virtus Lanciano è stata affidato al fischietto Daniele Chiffi di Padova.


Andrea Sacchini