CALCIO

Serie B. Un Pescara incerottato domani sfida l'Avellino. Oddo: «mi inventerò qualcosa»

Fornasier unico centrale di ruolo a disposizione. Tanti giocatori non al meglio

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

63




PESCARA. Decimato da infortuni e squalifiche il Pescara è partito alla volta di Avellino in vista dell'anticipo di domani sera al Partenio (fischio d'inizio ore 20,30). Fuori dalla lista convocati gli infortunati Coda, Mazzotta, Campagnaro e Crescenzi e gli squalificati Zuparic, Torreira e Benali.

Nelle interviste in settimana il tecnico Massimo Oddo non ha voluto trovare alibi nelle assenze, pur sottolineando l'eccezionalità della situazione che vede il solo Fornasier, tra l'altro più a suo agio almeno apparentemente nella posizione di terzino, unico centrale di ruolo. Al suo fianco agirà con ogni probabilità Mandragora che sembra aver superato gli acciacchi subiti in settimana. Sugli esterni largo a Zampano e Vitturini. A centrocampo importante il rientro di Verre che dovrebbe agire davanti la difesa (Bruno non è al top della condizione, ndr) con Selasi e Memushaj (anche lui non al meglio, ndr) mezze ali. In avanti Verde e Caprari agiranno in appoggio dell'unico terminale offensivo Lapadula. Altra esclusione per Cocco, ormai ai margini del progetto tecnico biancazzurro.

«Siamo in emergenza numerica ed è sotto gli occhi di tutti» – ha dichiarato Oddo – «ad Avellino dovrò ancora inventarmi qualcosa soprattutto in difesa dove Fornasier sarà l'unico centrale di ruolo. Incontreremo una squadra più esperta rispetto alla nostra e per la qualità della loro rosa occupano una posizione di classifica non consona. Sarà una partita difficilissima ma non rinunceremo alla nostra filosofia di gioco e di attacco. Non siamo in grado di difenderci, possiamo soltanto attaccare e le nostre fortune passano inevitabilmente dalla qualità del gioco».

Gli irpini non vincono da 3 gare e sono reduci da una sconfitta interna (0-2 con la Ternana, ndr) e da un pareggio a reti inviolate col Crotone. Lontanissimo l'obiettivo play-off, per i biancoverdi sarà importante incamerare punti preziosi per guadagnare una più tranquilla posizione di classifica. Mister Marcolin medita il passaggio al 4-4-2. Non disponibili Jidayi, Migliorini e Gavazzi. In dubbio Nica che ha accusato in settimana qualche fastidio muscolare. In attacco largo al tandem Castaldo-Mokulu con Insigne almeno inizialmente dalla panchina. Sulle fasce spazio alla sostanza e alla velocità di Bastien e Visconti.

Arbitro della contesa sarà Davide Ghersini della sezione di Genova. Guardalinee Alessio Tolfo e Alfonso D'Apice. Fischio d'inizio domani (venerdì) alle ore 20,30 allo stadio Partemio di Avellino.


Andrea Sacchini