SERIE B

Delfino Pescara. Oddo incassa e rilancia: «non ho perso la testa. So cosa voglio»

Il tecnico: «se il presidente mi tiene evidentemente si sta facendo bene...»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

93




PESCARA. Cinque sconfitte consecutive, nove gare senza vittoria e tanti, tantissimi mugugni nella piazza. La settimana di allenamenti in vista dell'importante test di sabato col Como è stata fin'ora avara di sorrisi.

Sul banco degli imputati è finito anche Massimo Oddo, dopo una sorta di immunità ereditata dal pazzesco finale di stagione dello scorso campionato. Il motivo la gestione del gruppo negli ultimi 2 mesi ed alcune discutibili scelte tattiche e di formazione.

«Io ho perso la testa?» – ha dichiarato stizzito il mister biancazzurro – «niente affatto. Io mi sento sempre in discussione e la riconferma o meno è una scelta della società. Io non guardo al futuro, ho chiaro l'obiettivo nella mia testa e farò di tutto per raggiungerlo. So che possiamo farcela. Se il presidente Sebastiani continua a tenermi evidentemente si sta facendo qualcosa di importante».

L'attenzione è subito rivolta al match col Como che senza troppi giri di parole viene definito come vitale per i biancazzurri: «sarà una partita da vita o morte. È una partita importante da vincere a tutti i costi contro l'ultima in classifica. Sono sicuro che 3 punti aiuterebbero i ragazzi a sbloccarsi a livello psicologico».

Con la Ternana anche il bel gioco sembra aver abbandonato il Pescara: «non ci siamo espressi ai nostri soliti livelli e questo mi ha fatto ulteriormente pensare che questa squadra è fatta per attaccare e giocare bene a pallone. Non mi sono mai esaltato quando ero vicino alla quarta e non mi abbatto ora che siamo fuori dalla zona play-off».

In un clima tutt'altro che sereno la squadra prepara il match con i lariani di sabato. Ai problemi legati ai risultati e ad una gestione del gruppo ultimamente molto difficile, nelle ultime settimane si sono aggiunti anche i tanti infortuni. Out Coda e Crescenzi, col Como mancherà anche lo squalificato Zampano. In dubbio anche la presenza di Campagnaro, alle prese da qualche giorno con un affaticamento muscolare. Torneranno a completa disposizione dopo gli impegni con le nazionali Mandragora e Memushaj.


Andrea Sacchini