SERIE B

Virtus Lanciano. Maragliulo duro: «brutto perdere senza aver dato tutto...»

Il tecnico rossonero sprona i suoi: «col Perugia ho visto lo spirito sbagliato»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

53


LANCIANO. Un passo indietro dal punto di vista del gioco, un altro ancora più deciso per quanto riguarda l'approccio. La sconfitta meritata col Perugia ha costretto il tecnico Primo Maragliulo alla prima sconfitta interna della propria gestione. Un risultato sotto certi aspetti tutt'altro che pronosticabile dopo una buona e lunga serie di prestazioni e risultati positivi.

All'orizzonte il proibitivo match di venerdì sera allo Scida di Crotone.

«Non fa mai piacere perdere, soprattutto quando non giochi una buona partita – ha ammesso nella consueta conferenza stampa di metà settimana il tecnico dei frentani, Primo Maragliulo – «sono stato duro a fine gara ma il Perugia non ha rubato nulla. Perdere come abbiamo perso sabato non mi sta bene. Vorrei uscire sempre a testa alta invece che con l'amarezza di non aver dato tutto...».

Parole dure che disegnano però il personaggio Primo Maragliulo. Capace con l'umiltà, l'organizzazione e l'entusiasmo di rimettere in piedi una stagione che fino ad un paio di mesi fa sembrava segnata per la Virtus Lanciano: «Non può passare tutto inosservato. Ci siamo parlati e dobbiamo ritrovare lo stesso spirito avuto in precedenza. Mancano 9 partite, c'è ancora tantissimo in gioco. L'atteggiamento è sempre stato quello giusto. Col Perugia, purtroppo, non ho visto lo spirito giusto».

Potrebbero esserci delle novità rispetto l'undici che ha perso sabato al Biondi: «squadra che vince non si cambia, squadra che perde si cambia. Nel calcio però non è mai così certo. Bisogna anche vedere come una squadra ha perso e lo stato di forma psicofisico dei calciatori. In settimana dopo gli allenamenti vedremo se ci saranno delle novità».

«Ci saranno però sicuramente dei giocatori assenti» – prosegue Maragliulo – «penso a Salviato e Di Francesco che è in dubbio. Avrò però l'imbarazzo della scelta perché ho ragazzi pronti e vogliosi di dare il massimo».

A caccia del riscatto, il prossimo avversario non è dei più facili da affrontare in questo momento: «Il Crotone dalla prima giornata ha fatto vedere un calcio superiore che ha permesso di arrivare con merito nelle prime posizioni. Sono i favoriti. Ci siamo però anche noi in campo e vogliamo fare bene. La cosa che più ci interessa è fare risultato. Sarà sicuramente una partita molto difficile per tantissimi motivi. Per certo non troveremo una squadra rilassata per la bella posizione in classifica che ha».

La squadra ha proseguito ieri gli allenamenti proprio in vista dell'anticipo di venerdì allo Scida. Fermi ancora Salviato e Di Francesco. Stop a causa di fastidi muscolari per Marilungo. Oggi torneranno col gruppo i nazionali Cragno e Boldor.


Andrea Sacchini