SERIE B

Virtus Lanciano. La salvezza non è più un sogno. Maio: «ora tutti ballano...»

Sabato prossimo con il Perugia al Biondi obiettivo continuità

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

768






LANCIANO. «Ho sempre creduto nella salvezza. Anche quando tutti pensavano al contrario. Ora tutti vogliono ballare, ma questo è il calcio ed è giusto anche così». Parole e musica di Guglielmo Maio, che dopo aver incassato le critiche della stampa e della piazza per un mercato di gennaio strano, ora si gode il momento esaltante della Virtus Lanciano. 19 punti in 8 gare non sono frutto del caso e il passaggio del timone da D'Aversa a Maragliulo (che ha portato nuove idee, entusiasmo e freschezza, ndr) non è sufficiente a spiegare una così grande trasformazione. Il Lanciano gioca a tratti un buon calcio ma ciò che è ancora più importante è che è maledettamente concreto. Quanto basta per sognare una promozione ritenuta impossibile fino ad un paio di mesi fa.

«Piano piano ci stiamo avvicinando alla salvezza» – ha proseguito raggiante Maio – «la vittoria col Cesena è stata meritatissima. Primo Maragliulo sta facendo un lavoro grandissimo ma non soltanto lui. I complimenti vanno estesi a tutto il gruppo. Va bene così, la società fa quel che può. Futuro? Ora vogliamo pensare soltanto alla salvezza. Salvarci quest'anno sarebbe più importante che vincere un campionato».

La squadra nel frattempo in un clima di grande tranquillità e fiducia riprenderà gli allenamenti questo pomeriggio in vista del secondo match consecutivo col Perugia. L'obiettivo, naturalmente, è quello di allungare la striscia di risultati positivi per allontanare ulteriormente la zona retrocessione. Al momento la Pro Vercelli dista 5 lunghezze e il calendario nelle prossime partite non sarà un alleato della Virtus che affronterà tra le tante Crotone, Cagliari, Novara, Virtus Entella e Pescara (7 maggio allo stadio Adriatico, ndr).


Andrea Sacchini