SERIE B

Virtus Lanciano. Maragliulo “vede” la salvezza: «col morale alto tutto è possibile...»

Il tecnico dei frentani sul momento dei rossoneri: «non sono un mago»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

175








LANCIANO. Perché il bello deve ancora venire. Così cantava Luciano Ligabue e così sotto sotto sperava Primo Maragliulo dopo le vittorie a sorpresa ottenute con Vicenza e Modena.
Nessuno però, calciatori del Lanciano a parte, avevano dato credito al pensiero del tecnico rossonero che a suon di vittorie e prestazioni tutto cuore e sostanza ha riportato una squadra virtualmente retrocessa a giocarsi ad armi pari con tutte le proprie chance di salvezza. Il 3-1 netto di Salerno, ottenuto soffrendo e stringendo i denti nel momento di massima pressione della Salernitana, per la prima volta in stagione ha trascinato i frentani fuori dalla zona play-out.
«A Salerno abbiamo assistito ad una partita molto bella da una parte e dall'altra» – ha raccontato soddisfatto a fine gara il tecnico della Virtus Lanciano, Primo Maragliulo – «nel primo tempo ha fatto molto meglio la Salernitana, che ha sfiorato anche il vantaggio in più occasioni. Ha preso un palo e tanto altro. Il Lanciano però non ha soltanto difeso lo 0-0, ha sempre cercato di ribaltare l'azione. Nei primi 45 minuti non ci siamo riusciti bene, poi nella ripresa siamo stati bravi a sfruttare le occasioni create. Dopo il vantaggio abbiamo costruito la partita su quel gol. Dopo l'uno a uno non abbiamo mollato e abbiamo dato dimostrazione che la partita noi volevamo vincerla. Non abbiamo rubato nulla».
Virtualmente retrocessa dopo il pesante 3-0 rimediato al Biondi il 30 gennaio con il Trapani, la Virtus ha trovato col nuovo tecnico la forza di risollevarsi per credere ad una salvezza quasi impossibile: «cosa è cambiato? Semplicemente le 2 vittorie consecutive che sono arrivate nel momento del mio insediamento. Non sono un mago e non ho cambiato la squadra con la bacchetta magica. Il morale per una squadra che lotta per la salvarsi è fondamentale quasi quanto la forza stessa della squadra».
«Abbiamo il morale alle stelle» – chiude Maragliulo – «ed i primi risultati buoni hanno caricato l'ambiente e fatto lavorare i ragazzi con maggiore serenità. La salvezza? Mancano ancora 11 partite, tantissime per chiunque. I giochi sia nelle parti alte sia basse della classifica sono ancora aperti. Come abbiamo recuperato possiamo ancora perdere terreno. Come noi tutte le altre squadre».


Andrea Sacchini