SERIE B

Delfino Pescara. Col Novara è l'ora dei fatti. Oddo: «non dobbiamo sbilanciarci»

Domani la sfida all'ex Baroni: «tra lui e la piazza mai scoccata la scintilla»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

79




PESCARA. Ultimo allenamento per il Pescara in vista del big match di domani allo stadio Adriatico contro il Novara dell'ex Marco Baroni. Il morale dopo la serie di 5 partite senza vittorie non è ai massimi storici, ma nel gruppi biancazzurro c'è la consapevolezza di avere tutte le carte in regola per uscire dalla crisi. Come ribadito anche oggi pomeriggio dal tecnico Massimo Oddo nella consueta conferenza stampa pre-gara, serve una scossa e soprattutto una vittoria per lasciarsi alle spalle il periodo difficile. Cinque gare consecutive che hanno un po' minato quelle che erano le certezze del Delfino e messo in dubbio un terzo posto che fino a cinque settimane fa sembrava andare stretto. Con la fuga ormai definitiva di Cagliari e Crotone, non resta però altro obiettivo al Pescara che blindare proprio la terza piazza: «non è un periodo positivo in termine di punti, ma i ragazzi hanno lavorato bene e sono consapevoli di avere una partita difficile e importante. Dobbiamo vincere ma sarà fondamentale non perdere. Dobbiamo sanare le ferite ed evitare emorragia. Non faremo una partita accorta, ma faremo molta attenzione. Molto dipenderà dal livello di concentrazione».

«Serve una scossa» – prosegue Oddo – «ho bisogno in campo di gente anche con esperienza. Siamo giovani e in questi momenti c'è bisogno di gente che si carichi i propri compagni sulle spalle. Guardando a questo potrebbe giocare Bruno, anche per l'infortunio e l'indisponibilità di Verre».

Out sicuramente Campagnaro e Zampano, qualche novità è prevista in difesa: «Vitturini gioca, poi sceglierò 2 tra Coda, Fornasier e Zuparic. Coda si è allenato bene e sta recuperando, ha una condizione atletica sufficiente per essere preso in considerazione. Sceglierò tra oggi e domani. Fornasier al momento è quello che sta meglio di tutti. Fiorillo? È lui il nostro portiere titolare, per me non esiste ballottaggio. Deve tornare a essere quello che era prima».

«Fiorillo non è sereno?» – rincara la dose Oddo – «non lo so ma non c'è nessun caso. Devo capire se questi errori sono stati commessi per mancanza di serenità o per sfortuna. Valuterò».

Sul ritorno di Baroni a Pescara dopo le delusioni del passato campionato: «so che non c'è mai stato un grande feeling tra Baroni e l'ambiente di Pescara. Lui però è un allenatore molto preparato e la storia è piena di allenatori bravissimi che hanno fatto male in certi contesti. Ogni anno è una storia diversa. Io meglio di Baroni? Non è così».

Infine cambio di data per Crotone-Pescara inizialmente prevista per lunedì 21 marzo alle 20,30. Il nuovo posticipo è stato anticipato a domenica 20 marzo con inizio alle ore 17,30.


Andrea Sacchini