CALCIO

Serie B. Nessun cambio al vertice e altra penalizzazione. Lanciano nell'incertezza

Aquilanti sabato contro l'amico Piccolo: «ora è un avversario...»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

115


LANCIANO. Due facce della stessa medaglia. Se da un lato la Virtus fin qui guidata magistralmente da Maragliulo sta stupendo e lottando alla pari con le altre per una salvezza difficile, dall'altro continuano le difficoltà sul fronte societario. Nella giornata di ieri infatti è arrivata l'attesa penalizzazione per non aver documentato entro i termini previsti l'avvenuto pagamento delle ritenute irpef e dei contributi inps relativi agli emolumenti dovuti ai tesserati per le mensilità di luglio e agosto.

Il meno 1 in classifica è arrivato a seguito della segnalazione della Covisoc. Ancora più in salita dunque la missione già di per se molto difficile dei frentani per evitare i play-out.

La Virtus Lanciano è scesa a 26 punti in classifica.

Nessuna novità invece sul fronte societario, con la famiglia Maio che ha respinto (almeno per il momento, ndr) la prima offerta ufficiale del gruppo Bisogno di circa 5 milioni di euro per rilevare l'intero pacchetto azionario del club.

Novità sono attese nei prossimi giorni

Sul campo invece continua a sudare la squadra agli ordini di mister Maragliulo in vista della trasferta di sabato sull'ostico campo dello Spezia. Sorrisi per il tecnico dei rossoneri che ritroverà Di Matteo (out a Modena per squalifica, ndr) e l'infortunato Ze Eduardo. Oggi consueta conferenza stampa pre-gara di Maragliulo prima della partenza per la sede del ritiro in terra ligure.

«Sono state due grandissime vittorie» – ha raccontato il difensore del Lanciano, Antonio Aquilanti – «sono la migliore medicina per curare tutti i mali; solo con le vittorie riesci ad andare su di morale. Mi fa piacere che si sia ricompattata tutta la situazione,che si sia risolta anche la questione societaria: è il modo migliore per andare avanti, ma ora non bisogna mollare, dobbiamo continuare a fare punti. Ci siamo concentrati sul campo e stiamo cercando di mettere in pratica quello che il mister ci chiede».

All'orizzonte la difficile trasferta di La Spezia dell'atteso ex Piccolo: «sarà una partita difficilissima: lo Spezia viene da tanti risultati utili, da un ottimo periodo. Giochiamo a casa loro, ma noi andremo lì a fare la partita con il nostro entusiasmo per provare a continuare a fare punti anche fuori casa. Ritroveremo Piccolo che riabbracceremo con affetto perché ha dato tantissimo a questo spogliatoio, però sabato sarà un avversario e in campo lo tratteremo come tale».

Andrea Sacchini