SERIE B

Delfino Pescara. Fiducia sul recupero di Campagnaro in vista di Cagliari

Cocco è la delusione di questo Pescara: «farò cambiare idea al mister»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

66


PESCARA. Più sì che no. In casa Pescara si respira fiducia sul recupero di Hugo Campagnaro in vista del delicato match di sabato pomeriggio a Cagliari. Il difensore argentino ha svolto metà seduta ieri con i compagni e potrebbe rientrare a pieno regime tra oggi e domani. Troppo importante l'ex Napoli e Inter per l'equilibrio e l'organizzazione del pacchetto arretrato difensivo, da sempre fragile, povero di esperienza e di carisma nei momenti più difficili della gara.

L'emergenza imporrà scelte obbligate almeno in difesa per il tecnico Massimo Oddo, che si affiderà alla coppia centrale formata da Zuparic e Campagnaro (out per infortunio Crescenzi, Fornasier e Coda, ndr) con Mazzotta e Zampano a presidio delle corsie laterali.

Chi ci sarà è sicuramente Andrea Cocco, cagliaritano di nascita, pronto a giocarsi anche se partendo dalla panchina il proprio derby personale con i rossoblù: «è una partita particolare per me. Sarò molto emozionato di tornare a Cagliari (8 partite e un gol in Serie A con la maglia dei rossoblù, ndr) in uno stadio importante contro una squadra che mi ha lanciato. In campo però dovrò mettere da parte emozioni e cuore per dare il meglio con questa maglia».

«Come si batte il Cagliari?» – prosegue Cocco – «dobbiamo fare una partita quasi perfetta. In casa hanno fatto sempre bene ed hanno una media gol spaventosa. Dobbiamo sfruttare gli spazi che loro lasceranno, cercando di essere corti e attenti in difesa».

Fra tante ombre e pochissime luci, fin qui la stagione dell'ex bomber del Vicenza è stata completamente da dimenticare. Tra prestazioni insufficienti, gol mancati e nuovi acquisti nel reparto avanzato, gli spazi per Cocco, già ridotti dalla presenza del tandem inamovibile formato da Lapadula e Caprari, si sono assottigliati ancor di più: «un giocatore non diventa scarso o forte da un momento all'altro. È un periodo che gira un po' male per il sottoscritto. Devo lavorare ancora di più per far cambiare idea al tecnico e dare una mano importante ai miei compagni».

Il suo ingresso è stato decisivo nel match di venerdì col Vicenza. Un assist che potrebbe rappresentare un nuovo punto di partenza per il centravanti biancazzurro: «con Lapadula è stata una buona combinazione che ha portato al gol. Più volte in allenamento ci troviamo in sintonia, peccato perché in campionato insieme non abbiamo fatto come avremmo potuto. Sono contento di essere stato utile, ora non devo fermarmi».

Oggi allenamento alle ore 15,00 al Poggio degli Ulivi di Città Sant'Angelo.

Andrea Sacchini