CALCIO

Serie B. Il solito Lapadula salva un Pescara in ombra. Col Vicenza è soltanto 1-1

Erroraccio di Fiorillo sul gol di Signori, poi Memushaj sbaglia anche un rigore

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

86

PESCARA. Serata in agrodolce per il Pescara che allo stadio Adriatico non va oltre l'1-1 con il Vicenza. Punto tutto sommato non da gettare per i biancazzurri, sotto di un gol fino ad una manciata di minuti dal termine della partita.

In avvio è incredibilmente il Vicenza a fare la partita, con il Pescara contratto e schiacciato nella propria metà campo. Al terzo minuto palla profonda per Ebagua che scoordinato conclude al volo senza impensierire Fiorillo.

I biancazzurri si fanno preferire in fase di palleggio, ma al momento del dunque è brava la difesa del Vicenza a chiudersi a riccio e annullare il corridoio per l'ultimo passaggio. Ben coperto, sono sempre gli ospiti a rendersi pericolosi al minuto 12 con Vita, che da buona posizione non inquadra lo specchio della porta.

Dopo quasi mezz'ora di sbadigli, al 28esimo la palla gol più nitida dell'incontro la costruiscono gli ospiti. Orribile piazzamento della retroguardia abruzzese ed Ebagua quasi a tu per tu con Fiorillo spara addosso al portiere.

Risposta del Delfino immediata alla mezz'ora. Splendida ripartenza di Benali che trova il corridoio giusto per l'inserimento centrale di Lapadula che tutto solo davanti a Benussi non riesce nel pallonetto dolce.

Quando il Pescara alza i giri motore, per il Vicenza sono guai. Al 35esimo Mitrita a giro dal limite sfiora il palo.

Minuto 39 e dalla distanza è il turno di Memushaj che nuovamente non inquadra di poco il sette.

Dietro però i biancazzurri ballano. Cross col contagiri di D'Elia per Galano che di testa non arriva puntuale per il tocco sotto porta.

Prima del riposo brivido per la difesa di casa. Conclusione di Galano (deviata da un difensore, ndr) che si spegne di un nulla sul fondo.

Nella ripresa continuano le difficoltà del Pescara in fase di rifinitura, con la manovra senza profondità e il gioco privo di sbocchi. Al 13esimo grande chance per il Vicenza. Galano direttamente su calcio di punizione scalda i pugni di Fiorillo, costretto a rifugiarsi in corner.

Al 16esimo nuovo duello Galano-Fiorillo con il secondo ancora una volta decisivo nel dire di no al vantaggio vicentino.

In avanti il Pescara è poca cosa e Oddo nel tentativo di dare maggiore freschezza e vivacità alla manovra inserisce Cocco e Pasquato in luogo di Mitrita e Verde.

Nell'immediato però è sempre il Vicenza a concludere più volte nello specchio. Al 25esimo Galano a giro spara alto.

Al 28esimo il vantaggio (meritato, ndr) del Vicenza. Calcio di punizione da distanza siderale di Moretti, respinta approssimativa di Fiorillo nel mezzo e tocco sotto misura vincente di Signori che sbuca tra le statue di sale dei difensori biancazzurri.

La reazione del Pescara è poca cosa ma al 39esimo dal nulla ecco l'episodio che poteva cambiare la storia del match. Lancio lungo per Lapadula che in sospetta posizione di offside viene steso da Sampirisi in area. Calcio di rigore con inevitabile espulsione del difensore vicentino. Dal dischetto però Memushaj spiazza Benussi ma manda malamente a lato.

Sembra finita ma il solito, immenso Lapadula al terzo di recupero riequilibra la contesa in acrobazia in piena area di rigore: 1-1 e nono risultato utile consecutivo.

Sabato prossimo il super big match contro il Cagliari. In palio punti pesantissimi per la Serie A diretta.


PESCARA-VICENZA 1-1 (primo tempo 0-0)


MARCATORI: 28'st Signori (Vi); 48'st Lapadula (Pe).

PESCARA (4-3-2-1): Fiorillo; Zampano, Fornasier (36'st Acosta), Zuparic, Mazzotta; Memushaj, Torreira, Benali; Verde (18'st Pasquato), Mitrita (18'st Cocco); Lapadula. A disposizione: Aresti, Bruno, Acosta, Selasi, Vitturini, Cappelluzzo, Milillo. Allenatore: Oddo.

VICENZA (4-3-3): Benussi; Laverone, Sampirisi, Ligi, D'Elia; Sbrissa, Moretti, Signori (45'st Bellomo); Galano (41'st El Hasni), Ebagua (30'st Raicevic), Vita. A disposizione: Vigorito, Pozzi, Cisotti, Bianchi, Modic, Dell'Amico. Allenatore: Marino.

ARBITRO: Federico La Penna della sezione di Roma 1 (Baccini-Viotti).

NOTE: Presenti sugli spalti circa 8mila spettatori con rappresentanza ospite. Ammoniti: Mitrita, Moretti, Torreira, Vita. Espulso: 39'st Sampirisi (Vi). Al 40'st Memushaj (Pe) ha fallito un calcio di rigore. Recupero: 3'pt; 5'st.


Andrea Sacchini