SERIE B

Delfino Pescara. Primo allenamento per Verde. Oddo: «il mancino che ci mancava»

Grillo, Pesoli, Torreira con le valigie. Concorrenza per Domizzi e Ronaldo

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

128

PESCARA. Nei giorni a cavallo della Befana ha finalmente preso vita il mercato del Pescara. Dopo i rumors degli ultimi giorni, Daniele Verde è a tutti gli effetti il primo rinforzo biancazzurro del mercato di gennaio. Il giocatore, che ha avuto poca fortuna in questi primi sei mesi a Frosinone, è approdato in riva all'Adriatico dalla Roma con la formula del prestito secco fino a giugno. In caso di Serie A, l'accordo sarebbe valido anche per la prossima stagione.

Verde è l'esterno offensivo richiesto da Oddo nelle scorse settimane e lo stesso tecnico biancazzurro ha accolto con favore l'ingaggio dell'ex Frosinone: «Verde è il giocatore che mancava a questa squadra. Complimenti alla società, il suo mancino ci sarà utilissimo. È molto simile a Caprari, deve giocare vicino la porta. Ora mi aspetto un altro difensore centrale e la conferma di Mandragora. Per il resto non ho chiesto nessuna cessione».

«L'obiettivo del 2016» – chiude Oddo – «è quello di fare bene. Abbiamo messo nel mirino il Novara, poi puntare ai primi 2 posti ora occupati da Cagliari e Crotone».

Nel frattempo un nemico in più per Domizzi, destinato a vestire maglia del Pescara. Il giocatore dell'Udinese infatti è entrato nel mirino dell'Hellas Verona. Il Delfino però al momento sembra in netto vantaggio nella scala di gradimento del giocatore. Situazione di stallo circa l'ingaggio del centrocampista dell'Empoli Ronaldo (è vivo l'interesse della Salernitana, ndr) mentre è in prova per qualche giorno il centrocampista argentino Joel Acosta (classe 1991, ndr).

Diverse novità anche in uscita. È destinato a lasciare Pescara Lucas Torreira, che via Sampdoria (società titolare del cartellino, ndr) dovrebbe approdare alla Ternana o al Vicenza. Ufficiale il passaggio di Grillo al Pavia mentre per Pesoli manca solo l'annuncio per il passaggio all'Aquila. Risoluzione del prestito anche per Mignanelli (una sola presenza ufficiale col Delfino, ndr) che è tornato alla Reggiana.

La Juventus infine, che ha in mano l'accordo col Genoa per l'acquisto a titolo definitivo di Mandragora, spera di convincere nelle prossime settimane il Delfino a lasciare libero il centrocampista prima della scadenza del prestito a giugno. Difficile però che Oddo avalli la cessione del giovanissimo talento italiano.

Andrea Sacchini