CALCIO

Delfino Pescara. Zampano non si nasconde: «ci facciamo male da soli»

Prime indiscrezioni di mercato. I biancazzurri cercano un difensore e una punta

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

52

PESCARA. La difesa fin'ora è stata il tallone d'Achille del Pescara di Oddo, che tra alti e bassi sta disputando un campionato in linea con gli obiettivi e le ambizioni di inizio stagione. Troppi i gol subiti, tantissime le distrazioni soprattutto da calcio piazzato che sono costate tanti punti ai biancazzurri. Gli ultimi, venerdì nell'anticipo perso a Cesena.

«Tra noi e il Cesena non c'è tanta differenza di forza» – ha raccontato al portale forzapescara.com il difensore degli adriatici, Francesco Zampano – «ma è mancata un po' di esperienza su di un campo molto difficile. Noi a volte ci facciamo male da solo perché non siamo compatti. Con lo Spezia cercheremo di reagire e di conquistare punti importanti per il morale e per la nostra classifica».

Le sconfitte con Ternana, Novara e Cesena hanno rinviato l'atteso salto di qualità di questo Pescara: «Sono state 3 sconfitte giuste che possono capitare nell'arco di un campionato. Siamo una squadra giovane e dobbiamo migliorare sotto diversi punti di visti. Ci manca il salto di qualità ma arriverà. Lo Spezia? È una grande squadra con parecchie individualità. Dobbiamo stare attenti e non avere cali di concentrazione».

Ieri unica seduta pomeridiana agli ordini di mister Massimo Oddo. Fermo Mignanelli per un affaticamento muscolare, stop anche per Torreira che ne avrà per almeno 3 settimane per una lesione di secondo grado alla caviglia. Lavoro differenziato invece per Campagnaro, che difficilmente entrerà nella lista convocati per il match di sabato con lo Spezia. Oggi allenamento al pomeriggio al Poggio degli Ulivi di Città Sant'Angelo.

Nel frattempo è già iniziato il lavoro del duo Pavone-Repetto in vista del mercato di gennaio. Le priorità riguardano l'ingaggio di almeno un difensore centrale (meglio 2 considerate le condizioni fisiche precarie di Campagnaro, ndr) e di una punta qualora Cocco dovesse essere ceduto in prestito. Per il reparto arretrato è caldissimo il nome di Domizzi, ma sul taccuino di Pavone ci sono anche altri difensori non di grido ma dalle garanzie fisiche decisamente migliori del bianconero.

Andrea Sacchini