MUSICA

Le “Piccole guerre inutili” degli Olotropica: la band abruzzese all’esordio con il primo singolo

Dopo la gavetta nei locali abruzzesi è uscito il primo singolo. Ecco il video

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

236

ABRUZZO. Il loro simbolo è un fiore di loto  e "Piccole guerre inutili" è il titolo del loro primo album. Sono gli Olotropica, band guidata dalla voce di Valentina Di Cesare, che si presentano al pubblico con esordio tutt'altro che banale.

Valentina è una scrittrice: nel 2014 il suo romanzo edito da Tabula Fati ha avuto un buon successo di pubblico, volando addirittura in Spagna dove sarà tradotto.

E Valentina scrive anche per la musica, la passione che la accompagna da una vita.

Insieme a Paolo, Pierluigi, Riccardo e Michele accomunati dalla stessa passione, nascono gli Olotropica, la loro musica nasce in sordina tra Castelvecchio e Castel di Ieri, due piccoli paesi dell'aquilano e pian piano cresce, superando i confini regionali.

Tanti i locali dove i ragazzi suonano dal 2013 in poi, proponendo un repertorio della scena cantautoriale italiana e riscuotendo successo.

Ma  il desiderio di produrre musica propria è nei sogni dei ragazzi e pian piano, tra una prova e l'altra, le canzoni degli Olotropica prendono forma e diventano realtà.

A produrli è Patrizio D'Artista con la sua Sincronie Musicali e nel marzo del 2015 iniziano le registrazioni dell'album al ToucClay Studio di Popoli, sotto gli occhi di Giacomo Pasquali. Una campagna di finanziamento sulla piattaforma Becrowdy aiuta i ragazzi a finanziare in parte il progetto discografico, ed il risultato è eccellente, non solo musicalmente. Il fiore di loto, simbolo della band, è realizzato dall'artista Annalisa Di Felice, la splendida copertina e il progetto grafico sono dell'illustratrice Michela Tobiolo. 

"Piccole guerre inutili" è il titolo del singolo che anticipa l'uscita dell'album omonimo, già in vendita in tutti gli store digitali.

Si tratta di una ballata coinvolgente ed unica, avvolta dalle calde vibrazioni della voce di Valentina.