IL FATTO

Trasporti: al via bando per 79 assunzioni a Tua. Filt: «mancette elettorali»

«Scommettiamo su selezione e merito». Scadenza l’8 aprile

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1236






PESCARA. Assunzioni per 79 posizioni, entro l'estate prossima, alla Società Unica Abruzzese di Trasporto (Tua). Al via da oggi il bando per partecipare. Domande fino all'8 aprile. La Filt Cgil parla di «mancette elettorali».

 

Di certo l’annuncio, come ha fatto notare pure il sindacato, è avvenuto nello stesso giorno in cui la politica regionale ha disertato la riunione della Commissione di Vigilanza in programma a L'Aquila in mattinata.

Si sarebbero dovute ascoltare le parti sociali e i rappresentanti delle imprese di trasporto locale sulla drammatica carenza di risorse nel settore dei trasporti (- 45 milioni di euro negli ultimi quattro anni) e sulla mancata attuazione di riforme attese da anni nel settore (biglietto unico, servizi minimi, prit, valorizzazione delle aree interne).


«SELEZIONE E MERITO»

«È un bando che scommette su selezione e merito, sul successo della prova di tutti quelli che hanno una corrispondenza professionale, non drogato da possesso di titoli che mettono a riparo dalla selezione», ha sottolineato il presidente della Regione Abruzzo, Luciano D'Alfonso, nella conferenza stampa di presentazione presso la sede della Tua a Pescara, alla presenza, tra gli altri, del presidente della Società di Trasporto, Tullio Tonelli, del consigliere regionale con delega ai trasporti, Camillo D'Alessandro, e del dg di Tua, Giuseppe Alfonso Cassino.

Per partecipare al bando occorrono quattro mesi di requisiti. In particolare, il bando, è aperto per 55 figure di operai qualificati (21 meccatronici, 4 carrozzieri, 8 gommisti, 5 meccanici, 5 elettrici, 5 manutentori infrastrutture e 7 categorie protette da inserire in queste qualifiche).

In più a 3 dirigenti, uno in particolare a 'cuore' alla Tua, come ha sottolineato Tonelli, che è la figura di dirigente informatico; 1 specialista tecnico amministrativo e 20 operatori di esercizio (questi attingendo alla graduatoria in corso di validità).

«Se un'azienda pubblica assume - ha detto D'Alfonso - significa che è in salute».

 Tonelli ha parlato di «razionalizzazione dei servizi e di lavoro di internazionalizzazione di tutte le procedure informatizzando tutto per pilotare l'azienda dall'interno e monitorare tutti i bus in circolazione».

Da qui l'importanza delle figure informatiche. «Con queste 79 assunzioni - ha detto poi D'Alessandro - siamo a circa 300 nuovi occupati e con l' affidamento in house possiamo contare su risorse certe assegnate per 10 anni con cui governare i costi». «Abbiamo trovato dirigenti con stipendi da 200mila euro l'anno ora - ha ricordato D'Alessandro - sono equiparati alla Pa».

Infine D'Alfonso ha chiarito il suo ruolo nella conferenza stampa: «la mia attività elettorale inizia intorno alle 17. Mi sposto con mezzi e risorse personali».


IN 11 MESI ABBATTUTI COSTI PER 11 MILIONI

In un anno e mezzo abbattuti 11 milioni di euro di costi, 7 milioni solo nel 2017, secondo il preconsuntivo dell'esercizio dello scorso anno alla voce spesa generale. Questi i risultati raggiunti dalla Società Unica Abruzzese di Trasporto (Tua) illustrati dal presidente, Tullio Tonelli. La sfida, ora, secondo Tonelli, passa attraverso la forte spinta all'informatizzazione di tutto il sistema della rete Tua per poter controllare dall'interno i servizi. E sul parco bus novità in arrivo da settembre per quanto riguarda il rinnovo dei mezzi.

«Il parco mezzi dell'azienda - ha riferito Tonelli - conta 865 autobus; 206 verranno sostituiti e, di questi, 58 sono disponibili da settembre, per un investimento complessivo di 47,8mln di cui 15 milioni da parte di Tua, il resto da finanziamenti pubblici. La vetustà media - ha aggiunto Tonelli - scende di tre anni, da 12,8 a 9,7 anni. E questo è un notevole risultato».



«MANCETTE ELETTORALI»

Per la Filt Cgil, però, si sono materializzate puntualmente e nella tempistica (elettorale) le assunzioni che aveva ampiamente preventivato, ma oltre agli autisti e al personale di officina, spuntano anche i bandi per tre nuovi dirigenti e per personale amministrativo.

«Le "mance elettorali" continuano ad imperversare nella societa' regionale di trasporto», continua il sindacato che per domani ha in programma una conferenza stampa per annunciare «l'assoluta necessità» di individuare con estrema urgenza nuove figure istituzionali «che debbano traghettare il settore dei trasporti in questa delicata fase di transizione visto che sia il Presidente della Regione Abruzzo (assessore ai trasporti ad interim) che il Consigliere delegato con delega ai trasporti, andranno con estrema certezza a ricoprire a breve incarichi istituzionali in Parlamento, lasciando di fatto un settore nevralgico completamente allo sbando».

FORZA ITALIA AVVISERA’ CORTE DEI CONTI

I consiglieri regionali di Forza Italia, Mauro Febbo e Lorenzo Sospiri hanno annunciato che chiederanno immediatamente un parere sia ai Revisori dei Conti di Tua sia ai revisori della Regione Abruzzo, «poiché non può essere che un’azienda che chiude al 31/12/2017 con un bilancio in perdita di diversi milioni di euro si possa permettere di assumere 60 nuove unità lavorative tra cui spiccano tre nuovi dirigenti. Ma la fusione delle tre società in Tua non era nata per la riduzione proprio delle figure apicali? Ricordiamo come Tua sia una società in house, quindi pubblica e della Regione, è non può assolutamente chiudere i propri bilanci in perdita».

«Infine  – concludono Febbo e Sospiri – sarà nostra premura informare la Corte dei Conti di questo nuovo bando visto che c’è un decreto che fa divieto assoluto di qualsiasi forma di nuove assunzione a causa dei consuntivi non approvati. Non credo che il nuovo Ministro in pectore abbia già fatto e scritto una Legge ad hoc per scavalcare norme e regole vigenti in Abruzzo».