BASKET

Basket. Spettacolo ed equilibrio ma la spunta Roseto. 110-100 sulla Proger Chieti!

Partita per cuori forti al PalaTricalle decisa dopo 2 overtime

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

84

CHIETI. Sono serviti due overtime per decretare il vincitore del derby d'Abruzzo, e alla fine gli Sharks la spuntano col punteggio di 100-110. I 10 punti di distacco, tutto sommato, non hanno rispecchiato quanto visto in campo, dal momento che Chieti ha giocato un'ottima partita, conducendo praticamente fino agli ultimissimi secondi e anche in parte del primo supplementare. Nel secondo overtime, poi, Fultz e Sherrod hanno preso per mano i compagni, tenuti a galla da Smith (28 punti per lui) per lunghi tratti dell'incontro, e li hanno condotti alla vittoria. In generale, è stata una prova di squadra strepitosa, di un gruppo che ha saputo reagire dopo i primi 20' e poi vincere una battaglia lunga 50'.

Alla palla a due, coach Bartocci schiera Golden e Fallucca esterni, Decosey ala, Allegretti e Mortellaro nel pitturato; coach Di Paolantonio risponde con Fultz playmaker, Smith e Casagrande esterni, Amoroso e Sherrod sotto canestro. Allegretti la mette subito dai 6.75, esattamente come Golden ma Smith muove il punteggio dei suoi con un 1/2 ai liberi: 6-1 a 8:18. Mortellaro realizza in rovesciata, Casagrande risponde da 3 ma Decosey infila dalla media il 10-4 a 7:25. Smith serve Sherrod che va con la bimane, Allegretti è ancora preciso dall'arco ma i due USA biancazzurri firmano un mini parziale per il 13-10 a 5:35. Fallucca dalla media, Casagrande a cronometro fermo ma un Allegretti in grande spolvero schiaccia il suo 8° punto: 17-12 a 4:45. Golden in entrata, Fultz dalla media ma il play teatino spara la tripla del 22-14 a 2:50. Allegretti continua a martellare raggiungendo la doppia cifra, Amoroso fa solo 1/2 ai liberi e Turel mette il 26-15 a 0:55. Mei è glaciale a cronometro fermo, poi Sergio e Amoroso chiudono la prima frazione con le triple del 29-20.

Il secondo quarto si apre con la tripla di Mei e la penetrazione di Decosey, poi Piccoli fa 1/2 ai liberi: 32-23 a 8:45. Piazza centra il bersaglio grosso, Decosey fa 2/2 a cronometro fermo e Piccoli realizza la tripla del 37-26 a 6:54. Mei fa ancora canestro da 3, Smith allunga il parziale dalla media, ma Golden sblocca i suoi dalla lunetta per il 39-31 a 5:02. Allegretti non sfrutta in pieno un 2+1, Venucci fa 2/2 ai liberi, successivamente botta e risposta di tabella tra Golden e Sherrod: 45-33 a 2:50. Mortellaro da sotto, Golden in contropiede e Chieti vola sul +16; Smith fa solo 1/2 a cronometro fermo, poi Turel mette la tripla del 52-34. Un canestro di Casagrande manda le squadre negli spogliatoi sul 52-36.

Fallucca e Smith aprono il terzo quarto, seguiti dalla tripla di Allegretti e da 2 punti di Sherrod dalla media: 57-40 a 8:38. Golden e Fultz fanno canestro in penetrazione, Smith fa 2/3 ai liberi sfruttando un tecnico fischiato alla panchina di Cheti e sul possesso aggiuntivo Sherrod mette il 59-46 a 7:02. Decosey fa 1/2 dalla lunetta, Amoroso mette una tripla, Smith da sotto e siamo 60-51 a 5:25. Decosey fa 1/2 dalla lunetta, Fultz e Amoroso sparano il -4 dai 6.75, poi Golden ferma il parziale biancazzurro col canestro del 63-57. Smith rimette 4 lunghezze su assist di Sherrod, Allegretti spara una tripla ma Sherrod realizza da sotto il 66-61 a 1:10. Piazza fa 1/2 a cronometro fermo, e il solito terzo quarto da fantascienza degli Sharks si chiude sul 66-62.

Venucci segna il primo canestro dell'ultimo periodo, al quale segue Zucca dalla media ma Piazza sblocca il punteggio dei suoi: 70-64 a 8:29. Sherrod si guadagna un 2+1, Golden replica in penetrazione ma Amoroso spara la bomba del 72-70 a 6:39. Golden fa 2/2 ai liberi raggiungendo quota 20 nello score personale, poi solo 1/2 ma Fattori mette dall'arco il nuovo -2 (75-73) a 5:35. Sergio è preciso a cronometro fermo, Venucci spara la tripla del nuovo +7 Proger ma Smith in penetrazione firma l'80-75 a 4:22. Ancora un ispirato Venucci fa 2/3 ai liberi, Smith è invece glaciale ma Golden in entrata mette l'84-77 con 3' da giocare. La guardia ex Georgia Tech è ancora preciso a cronometro fermo, Sergio risponde da 3 ma Smith in contropiede lascia qualche speranza agli ospiti: 87-81 a 1:30. Amoroso mette 2 liberi pesanti, Sherrod da sotto per il -2 e Smith pareggia i conti con 28" da giocare a quota 87. Le Furie commettono infrazione di 24", coach Di Paolantonio chiama time-out e così gli Sharks hanno rimessa in attacco con 4:3 secondi sul cronometro: il tiro di Smith si ferma però sul ferro e si va all'overtime sull'87-87.

Golden torna a segnare in apertura di supplementari, Sherrod risponde di forza e Smith firma il sorpasso sull'89-91 a 3:02. Golden realizza un canestro fortunoso, poi mette i liberi del controsorpasso (93-91) a 2:07. Mortellaro fa canestro su assist di Golden, Smith fa 2/2 dalla lunetta e Amoroso pareggia a quota 95: si gioca un secondo overtime.

Venucci fa solo 1/2 ai liberi, Sherrod prima appoggia il sorpasso e poi ruba palla e mette il +3: 96-99 a 3:48. Le due squadre non riescono più a trovare fluidità in attacco e continuano a sbagliare, fino ai 2 liberi di Golden del 98-99 a 2:47. Smith fa canestro in penetrazione, Fultz serve Sherrod che realizza l'ennesimo canestro: 98-103 a 1:56. Fultz si butta dentro e confeziona un 2+1, Golden replica con interferenza di Sherrod e Mei mette i liberi del 100-107 a 23" dalla fine. La tripla di Mei chiude il match sul 100-110.



TABELLINO

Chieti: Golden 35, Mortellaro 6, Allegretti 18, Fallucca 4, Turel 5, Venucci 10, Piccoli 4, Ippolito ne, Zucca 2, Sergio 8, Decosey 8 All: Bartocci

Roseto: Smith 28, Cantarini ne, Piazza 6, Fultz 12, D'Eustacchio ne, Radonijc, Fattori 3, Mariani ne, Mei 12, Casagrande 7, Amoroso 17, Sherrod 25 All: Di Paolantonio

Note: Parziali: 29-20, 52-36, 66-62, 87-87, 95-95. Chieti: 23/47 da 2, 11/24 da 3, 21/32 ai liberi, 44 rimbalzi (10 offensivi), 35 assist, 14 palle perse, 7 palle recuperate. Roseto: 26/45 da 2, 11/34 da 3, 25/37 ai liberi, 42 rimbalzi (13 offensivi), 20 assist, 13 palle perse, 3 palle recuperate. Usciti per cinque falli: Sergio. Luogo: Pala Tricalle Turno di A2: 24°. Spettatori: 2400

Arbitri: Ursi, Giovannetti, Costa