IL MISTER

Zeman in Abruzzo su Pescara e futuro: «spero nella salvezza. Mi manca allenare»

Il tecnico a Miglianico per l'evento di Golf Pro-Am Abruzzo

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

291






MIGLIANICO. «Juventus la più forte. Il Pescara? Spero nella salvezza...». Pungente, mai banale e ricco di contenuti. È il solito Zdenek Zeman quello che ha parlato con i giornalisti a margine dell'evento Pro-Am Abruzzo di Golf a Miglianico.

«A Pescara ho trovato e lasciato tanti amici» – ha detto il boemo in conferenza stampa – «ho fatto bene e spero di aver lasciato un ricordo importante qui. Sicuramente ho pochi nemici. È passato tanto tempo da quella promozione ma ricordo ancora tutto. Seguo ancora il Pescara e soprattutto i giocatori che ho allenato in quell'indimenticabile campionato».

Non soltanto però Verratti, Immobile e Insigne, per i quali l'ex tecnico biancazzurro ha da sempre speso parole al miele: «seguo ancora tutti. Balzano, Cascione, Romagnoli ecc. Quei ragazzi hanno fatto di tutto per fare del Pescara una squadra importante e da ricordare».

Di quel Pescara è rimasto il solo Caprari: «da noi era praticamente un esordiente. È migliorato e maturato molto ma già da allora aveva numeri importanti. Può fare la differenza ed è il giocatore sicuramente con più talento di questa rosa».

Sul Pescara di oggi: «non conosco Oddo allenatore ma l'ho visto da giocatore. L'anno scorso ha fatto molto bene e quest'anno è chiamato alla conferma non certo facile. Ha portato il Pescara in Serie A, che è molto diversa dalla B. Bisogna ancora abituarsi. Io spero che il Pescara si salvi, il campionato è ancora molto lungo e tanto può accadere».

Reduce dalla positiva esperienza nel Lugano (una salvezza difficile conquistata sul campo e una finale di Coppa di Svizzera persa in finale di misura col più quotato Zurigo, ndr), il sempreverde Zeman è ancora a caccia di una panchina: ho sempre tanta voglia di allenare. Non mi passerà mai. Non posso però scegliere dove andare. Forse manco a qualcuno, ad altri sicuramente no...


Andrea Sacchini