SERIE A

Il Pescara nei piedi di Aquilani. Oddo: «come fa uno così ad essere libero?»

Domenica con l'Inter possibile l'esordio dell'azzurro. Infermeria: ok Gyomber

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

908






PESCARA. Tutto pronto (o quasi) per la grande sfida di domenica sera allo stadio Adriatico con l'Inter. Oddo scioglierà tutti i dubbi di formazione soltanto alla rifinitura, ma la sensazione è che possa da subito essere impiegato il neo-acquisto Alberto Aquilani dal primo minuto. La conferma (indiretta, ndr) l'ha data proprio il tecnico pescarese, che in conferenza stampa ha coccolato il colpaccio del mercato biancazzurro: «un giocatore del genere alza di molto il livello di qualità del nostro centrocampo. A 32 anni si è nel pieno della maturità calcistica e si può ancora migliorare. Io ringrazio che sia qui, ma non capisco come un giocatore del genere possa venire “dimenticato” dai grandi club della Serie A».

«L'intenzione è quella di farlo giocare davanti la difesa» – prosegue Oddo a proposito del ruolo – «ma Aquilani può giocare in qualsiasi parte del campo. È uno di quei giocatori universali che fanno della duttilità una delle migliori armi a disposizione. Ora spetta a lui dimostrare quanto vale anche con questa maglia. Il nome non garantisce la titolarità, partirà alla pari con gli altri ma si è presentato molto bene alla piazza».

Dopo le buone prove offerte con Napoli e Sassuolo, il Delfino ha dato finalmente l'impressione dopo la brutta parentesi dell'ultima Serie A di potersi confrontare alla grande con la massima serie italiana. L'arma in più del bel gioco ha già sorpreso partenopei ed emiliani, per lunghi minuti quasi inebriati dal gioco fluido e frizzante del centrocampo tutto qualità e palleggio di mister Oddo. Se a questo si aggiunge la consapevolezza che l'Inter non viene più dipinta invincibile come 4 anni fa, allora il colpaccio è possibile: «conosciamo la nostra forza. Abbiamo retto alla grande l'impatto con la Serie A e vogliamo continuare a fare il nostro. Siamo una sorpresa? Io so quanto siamo forti. Vogliamo portare avanti l'idea di calcio fatta vedere in Serie B anche in Serie A. Ne abbiamo le potenzialità».

Buone nuove intanto giungono anche dall'infermeria, con Gyomber che sarà regolarmente a disposizione di Oddo per il match di domenica sera con l'Inter. Scontato il suo impiego al centro della difesa in coppia con Campagnaro, viste e considerate le condizioni non ottimali di Coda e Fornasier, disponibili nella migliore delle ipotesi per la panchina. Per quanto riguarda la formazione, soltanto un dubbio per Massimo Oddo: Aquilani o Brugman davanti la difesa in posizione di regista. L'ex Nazionale italiano però, coccolato da Oddo non soltanto nell'ultima conferenza stampa, appare al momento in netto vantaggio.

Sfumate infine le chance di vedere in maglia biancazzurra Gonzalo Bergessio. L'attaccante argentino, arrivato in Italia nelle scorse settimane da svincolato per perfezionare il proprio futuro, ha rifiutato le offerte di Palermo e Chievo Verona e infine quella del Pescara. Vicino un suo ritorno in Argentina al San Lorenzo.


Andrea Sacchini