SERIE A

Delfino Pescara. Difensore e punta: tanti nomi ma nessuna ufficialità

Ufficiale l'acquisto di Di Massimo. Si attende una risposta del River su Simeone

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

249






PESCARA. In attesa dei possibili colpi da novanta in difesa e soprattutto in attacco, il Pescara prosegue la politica di investimenti importanti sui giovani talenti che tanti buoni risultati (sportivi ed economici, ndr) ha portato nelle ultime stagioni. È ufficiale infatti il ritorno in Abruzzo di Alessio Di Massimo dopo la sfortunata parentesi dell'ultima stagione alla Juventus. L'attaccante di Torano, messosi in luce nella prima parte del passato campionato con la casacca dell'Avezzano, ha firmato un contratto triennale col Delfino, che lo ha prelevato a titolo definitivo dal Sant'Omero.

Di Massimo però non è l'unico giovane di belle speranze inseguito dal Pescara. È attesa nei prossimi giorni infatti la risposta del River Plate al prestito (con possibile diritto di riscatto, ndr) di Giovanni Simeone. Il figlio di Diego Pablo è reduce da una buona annata tra le fila del Banfield (12 reti, ndr) e di certo non disdegnerebbe un trasferimento in Europa.

Nessun passo avanti invece per quanto riguarda l'agognato difensore centrale. Dopo il rifiuto di Ajeti (che ha preferito accettare la più generosa offerta del Torino, ndr), le alternative si chiamano Caldara, Ely, Suagher e Gyomber. Buone chance di vedere invece in biancazzurro Stendardo, che a giorni dovrebbe risolvere il proprio contratto con l'Atalanta. Niente novità anche per quanto riguarda la punta. Si sognano Pinilla, Borriello o Matri, ma più verosimilmente alla fine arriverà un attaccante non di grido ma di buona prospettiva.

In uscita il patron Sebastiani ha dichiarato incedibile Memushaj, sul cui contratto però è presente una clausola rescissoria di circa 4 milioni di euro.


Andrea Sacchini