SOGNANDO LA A

Delfino Pescara. Vigilia di Serie A di forti emozioni. Oddo: «a Trapani una festa di sport»

In partenza 2 voli charter: saranno 404 i tifosi al seguito

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

226




PESCARA. «Siamo concentrati. Sappiamo che sarà una partita dura ma siamo consci delle nostre potenzialità. Abbiamo preparato al meglio la partita e fatto tutto ciò che è possibile per raggiungere questa promozione in Serie A. Le pressioni sono le stesse sia per il Pescara sia per il Trapani».

Come confermato dallo stesso tecnico Massimo Oddo, l'atmosfera alla vigilia della partita che potrebbe regalare al Delfino la settima Serie A della sua storia è densa di emozione e concentrazione. L'aria che si respira è quella dell'evento storico e per l'occasione saranno allestiti in città diversi maxi schermi. Oltre ai soliti locali e ristoranti che da anni proiettano in tv le partite, i tifosi potranno seguire tutti insieme il decisivo match col Trapani sia a Piazza Salotto sia in Via Pepe. Per i fortunati 404 possessori del tagliando di ingresso invece al Provinciale, appuntamento questa mattina alle ore 7,00 e alle ore 11,00 per la partenza dei 2 voli charter organizzati (e ovviamente tutti esauriti, ndr) per raggiungere la Sicilia. Entrambi i voli, come quello della squadra, rientreranno nella notte tra giovedì e venerdì.

L'attenzione dei giocatori però è tutta rivolta al campo. Oddo ha messo in guardia i suoi perché il 2-0 è un risultato importantissimo, ma non garantisce la promozione in Serie A. Più volte infatti il Trapani ha sorpreso davanti al proprio pubblico compagini anche più blasonate (ad esempio il 2-0 rifilato allo Spezia nei play-off, ndr). Il Pescara, però, ha dalla sua convinzione nei propri mezzi, entusiasmo e soprattutto maturità ed esperienza nel reggere le pressioni di un match così importante: «ci saranno momenti durante la partita in cui soffriremo, ma questo è il calcio. L'idea nostra però è quella di andare per fare la nostra partita, senza calcoli e senza macchinazioni mentali. Approcciamo al match come se fosse una partita secca. Mi aspetto a Trapani un ambiente bello. Ho letto alcune cose sui giornali che non mi sono piaciute e onestamente mi sono anche offeso. Conosco la gente di Trapani ed è un posto civilissimo. Mio nonno era di Trapani e rispetta in pieno lo spirito accogliente e educato dei trapanesi e siciliani».

«Tutto ciò che si è detto è falso» – chiude Oddo – «è una partita di calcio e sarà una festa come hanno anche detto da Trapani. Mi dispiace che il frutto dell'immaginazione di qualcuno voglia rovinare questo. Voglio pensare soltanto alla finale. Partiamo favoriti ma guai ad abbassare la guardia».


Andrea Sacchini