SERIE B

Delfino Pescara. Derby alle porte. Vitturini: «per il Lanciano è l'ultima spiaggia...»

Buone notizie dall'allenamento. Zampano è a disposizione

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

52




PESCARA. I biancazzurri proseguono i lavori di avvicinamento al derby di domenica sera allo stadio Adriatico contro la Virtus Lanciano. La prevendita fin'ora sta dando buoni risultati con oltre 10mila biglietti venduti (dei quali 733 acquistati dai sostenitori frentani, ndr) e non è difficile immaginare, unita ad una bella giornata di sole, il record di presenze al Cornacchia. A disposizione dei tifosi del Pescara anche la Curva Sud con l'obiettivo delle 15mila presenze sugli spalti tutt'altro che irraggiungibile.

Sul fronte allenamenti non si registrano sostanziali novità. Zampano è tornato ieri nuovamente in gruppo ed è a completa disposizione del mister.

Sicuramente la Virtus Lanciano avrà qualcosa in più da perdere (la categoria, ndr) e proprio per questa ragione Davide Vitturini, come il tecnico Oddo in settimana, non intende affatto prendere sotto gamba l'impegno di domenica: «ora arriva la parte più difficile della stagione. Non dobbiamo mollare e bisogna continuare sulla stessa strada dell'ultimo periodo. Affrontiamo una gara insidiosa, è un derby e loro ci tengono molto. Per il Lanciano è una sorta di ultima spiaggia e con 3 punti potrebbero avvicinare la salvezza».

Vitturini è stata una delle sorprese più liete del Pescara che ha ormai messo definitivamente alle spalle i difficili mesi di febbraio e marzo, costellati da una serie di 9 partite consecutive senza vittoria: «non mi aspettavo neanche io questo impiego regolare nell'ultimo mese. Sto dando il massimo e cerco ogni volta di dare il meglio e di migliorare. Sono contento dei complimenti, delle prestazioni personali ma soprattutto delle belle vittorie».

Con la lunga serie di infortuni che ha colpito il Delfino (fuori fino a fine stagione Coda e Mandragora con Campagnaro ancora a mezzo servizio, ndr), l'ex Primavera pescarese può essere un'importante risorsa anche al centro della difesa: «nelle giovanili ho sempre fatto il centrale ed è sempre andata bene. Devo solo abituarmi di nuovo. Per me non ci sono problemi. Nasco da difensore centrale, poi spostato a destra perché in prospettiva mi vedevano più esterno».

Oggi allenamento di rifinitura in vista del match di domani all'Adriatico con il Lanciano.


Andrea Sacchini