LE ACCUSE

Ruby ter. Per i pm Berlusconi ha corrotto testi fino a gennaio

Riscritto capo imputazione, versamenti anche in seconda metà 2015

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

120

 

MILANO.  Risale allo scorso 28 gennaio con versamenti a Mariano Apicella e Danilo Mariani, e non più alla data della chiusura delle indagini dello scorso giugno, "l'ultimo pagamento relativo all'ultima corruzione" di testimoni contestata dalla Procura di Milano a Silvio Berlusconi, imputato con altre 30 persone, tra cui una ventina di ragazze, per il cosiddetto caso 'Ruby ter'. Lo si legge nel capo di imputazione riscritto dal procuratore aggiunto Pietro Forno e dai pm Tiziana Siciliano e Luca Gaglio su richiesta del gup Laura Anna Marchiondelli, davanti al quale si sta celebrando l'udienza preliminare. Il giudice un paio di settimane fa aveva chiesto ai pm di riformulare le accuse per gli episodi di corruzione in atti giudiziari, quelli di cui risponde l'ex premier, Luca Giuliante, la marocchina, le ragazze ospiti e altri invitati alle feste di Arcore, in quanto quelle che corredano la richiesta di rinvio a giudizio sono generiche. Genericità che non ha consentito al Gup di decidere sulla questione di competenza territoriale favorevole a Roma sollevata dalla difesa del leader di FI. Il nuovo capo di imputazione, depositato oggi alle parti dalla Procura, è stato redatto con parecchi dettagli e specificazioni, anche alla luce di un recente rapporto sui conti correnti di Berlusconi redatto dagli uomini del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria della Guardia di Finanza e agli atti del procedimento. L'informativa delle Fiamme gialle ha messo in luce come l'ex premier, ancora all'inizio di quest'anno e alla fine dell'anno scorso, avrebbe effettuato bonifici ad alcune delle ragazze, tra cui Nicole Minetti (non imputata nel Ruby ter e quindi non citata nell'atto), Alessandra Sorcinelli o Raissa Skorkina. Nella riscrittura del capo di imputazione, con cui per altro si allungano i già lunghi tempi di prescrizione del reato, gli ultimi beneficiari di bonifici di 3.100 e 3.000 euro sono Mariano Apicella e Danilo Mariani, cantante il primo, musicista il secondo, di casa nelle residenze dell'ex presidente del Consiglio.

I due, come molte ragazze - prima tra tutte la bella 'Rubacuori' ricompensata con somme a nove zeri - sentiti in aula come testimoni nei processi Ruby o Ruby bis, secondo l'accusa hanno trasformato le serate hot di villa San Martino in cene eleganti. Oltre ad Apicella e Mariani, che in totale hanno ricevuto compensi rispettivamente per 157 mila e 500 euro e 171 mila, l'ultimo versamento a una delle "olgettine" è del 4 novembre scorso: 30 mila euro ad Alessandra Sorcinelli, la show girl sarda che ha ricevuto complessivamente 367 mila e 500 euro a cui si aggiungono regali come una Bmw e "l'uso gratuito" di una villa in Brianza, nel comune di Bernareggio, del valore di 870 mila euro. E ancora: lo scorso 15 maggio Ioana Visa si è vista bonificare in Romania 30 mila euro, mentre il mese prima un bonifico di 10 mila euro ha rimpinguato il conto della russa Skorkina. Ora, in base al nuovo capo di imputazione le difese, in vista della prossima udienza fissata dal gup per il 15 aprile, potranno fare i loro rilievi e in aula riformulare, se è necessario, la questione di competenza territoriale. Nel caso si dovessero ancora presentare profili di indeterminatezza il rischio è che venga annullata la richiesta di rinvio a giudizio. Altrimenti il giudice dovrebbe sciogliere la riserva e decidere il trasloco o meno del procedimento.(ANSA).