CRIMINALITA'

Frentania violenta: ancora un rapina con pestaggio

Venerdì scorso era stata la volta di una tabaccheria danneggiata nella notte

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

981

 

 

LANCIANO. Rapina con pestaggio, ieri sera ad Atessa, in un'agenzia di pratiche automobilistiche dove tre uomini a viso coperto hanno fatto irruzione, armati di un cacciavite e di una catena, chiedendo l'incasso.

Il titolare ha provato a reagire dicendo di avere poco in cassa ma i tre rapinatori, dopo avere sottratto 500 euro, lo hanno picchiato fuggendo subito dopo. Secondo le indagini il mezzo usato per la fuga sarebbe un furgoncino bianco.

L'uomo aggredito è riuscito ad uscire in strada e dare l'allarme. Subito dopo è stato condotto in ospedale dove è stato medicato per contusioni varie. Finora, indagini e posti di blocco non hanno dato esito.

 

Una violenza che ricorda molto quella subita da un piccolo commerciante di San Vito Chietino picchiato e rapinato da quattro malviventi a volto coperto che durante il colpo gli hanno tagliato il dito di una mano con un coltello.

Ad essere rapinato all'ora di chiusura, poco prima delle 20.30 del 27 marzo, è stato il titolare 70enne di un minimarket, Domenico Iezzi.

L'uomo, legato e imbavagliato, è riuscito a liberarsi dopo oltre un'ora, allertando i carabinieri di Ortona; il commerciante, derubato di contanti e sigarette per svariate migliaia di euro, è stato trasportato all'ospedale di Lanciano dove però non è stato possibile riattaccare il dito.

 

 

 

 

Il furto avrebbe fruttato 40mila euro compiuto ai danni di una tabaccheria in pieno centro, in corso Roma, a due passi dall'ingresso del santuario del Miracolo Eucaristico.

I ladri in quella occasione sono entrati dopo avere spaccato la porta a vetri blindata. Nelle immagini registrate dalle telecamere di videosorveglianza del negozio si vedono due persone incappucciate che portano via stecche di sigarette e tagliandi 'gratta e vinci', oltre ai pochi contanti presenti in cassa.

Secondo quanto ricostruito dalla Polizia di Lanciano, che indaga insieme alla Sezione Scientifica, il colpo risalirebbe alla fascia oraria tra le 3 e le 4.30. A dare l'allarme sono stati alcuni residenti, svegliati dal rumore della rottura del vetro. Un anno fa nella stessa tabaccheria i ladri tentarono di entrare sempre spaccando la vetrina, ma non riuscirono nel loro intento.