IL DELITTO

Cervia. Uccide cuoco dopo lite, 26enne fugge e si costituisce a Lanciano

Dopo interrogatorio emergerebbe pista passionale

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

495

 

CERVIA (RAVENNA). Si è consegnato agli inquirenti a Lanciano, in provincia di Chieti, dopo essersi reso irreperibile per qualche ora, il giovane di 26 anni, Antonio Colopi,  sospettato della morte di un 56enne il cui cadavere è stato trovato a terra, con i segni di un arma contundente, nel primo pomeriggio di domenica, in una abitazione di Pinarella di Cervia, sul litorale Ravennate.

 La vittima, Ugo Tani, probabilmente un cuoco stagionale, era residente a Migliaro in provincia di Ferrara ma ha trovato la morte nel suo appartamento rivierasco di via Puglie 6.

L'arma del delitto potrebbe essere un coltello da cucina o una accetta. A dare l'allarme, ai Carabinieri e al 118 è stato il vicino di casa del 56enne, in tarda mattinata.

 Sul posto, insieme ai militari, è intervenuto il pm di turno, Stefano Stargiotti. L'attenzione degli inquirenti, intervenuti per i rilievi del caso, raccogliendo indizi e testimonianze, si è posata su un ragazzo 26enne, originario di Galatone, nel Leccese, che l'uomo aveva preso con sé in previsione della prossima stagione lavorativa al mare e che dava una mano in casa, risultato fin da subito irreperibile.

Il giovane - che sarebbe fuggito con l'auto del 56enne ma la dinamica dei fatti è ancora da chiarire - è stato localizzato, in un primo momento, sulla autostrada A14 tra Abruzzo e Molise. Poi, il ragazzo, che aveva fatto perdere le sue tracce dopo l'omicidio, si è consegnato agli inquirenti, nel tardo pomeriggio, a Lanciano, in provincia di Chieti, per essere ascoltato dal magistrato di turno, Rosaria Vecchi in previsione della richiesta di fermo.

 

L’interrogatorio è poi durato quattro ore  e Colopi avrebbe spiegato l’accaduto ed il movente che avrebbe fatto scatenare la furia assassina.

Emergerebbe a tal proposito una pista passionale e l’omicidio sarebbe nato dopo una furiosa lite tra i due.

Al momento il giovane si trova in carcere a Lanciano.