SERIE B

Delfino Pescara. A Crotone ennesima emergenza in difesa: Mandragora scalda i motori

A Crotone dentro Zampano e Crescenzi. Inaugurato il club Daniele Sebastiani

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

140




PESCARA. L'emergenza in difesa ha costretto il Delfino in fretta e furia negli ultimi giorni a tesserare Souleymane Diamoutene, centrale rimasto svincolato dopo l'ultima esperienza positiva tra luci ed ombre alla Fidelis Andria.

Di certo l'acquisto del maliano è un rinforzo più numerico che qualitativo considerata l'età del calciatore e il periodo di inattività dello stesso. Diamoutene nelle settimane scorso aveva quasi raggiunto un accordo col Gallipoli, club in ultima posizione nel proprio girone di competenza in Serie B. La chiamata del Pescara, però, lo ha convinto a scegliere l'Abruzzo come destinazione gradita fino a giugno.

Nell'immediato però, stante l'indisponibilità di Campagnaro (potrebbe rientrare a Terni ma lo staff medico non vuole correre nessun rischio in vista dei play-off di giugno, ndr) e quella di Coda (out fino a fine maggio, ndr), Oddo potrebbe riproporre Mandragora al centro della difesa. Il centrocampista ex Genoa da poco acquistato dalla Juventus è uscito un po' dai radar di Oddo dopo la buona prestazione al fianco di Zuparic a Cagliari. Un po' per scelta tecnica, un po' per alcune vicissitudini personali. Mandragora però al momento, nonostante sia un adattato al ruolo, potrebbe dare maggiori garanzie rispetto la coppia Fornasier-Zuparic, che nelle ultime uscite si è dimostrata inadeguata per il gioco rapido e offensivo del mister pescarese. Rientri importanti a Crotone anche quelli di Crescenzi, Verre e Zampano. Quest'ultimo, che ha scontato un turno di squalifica, sicuramente giocherà titolare. Resta qualche perplessità sui primi 2, reduci da fastidiosi infortuni.

Ieri intanto alla presenza di addetti ai lavori e semplici curiosi è stato inaugurato il primo club biancazzurro dedicato all'attuale patron del Delfino, Daniele Sebastiani. Il club è stato fondato dai soci William Carosella, Francesco Del Zoppo, Giampiero Pizii e Maria Desiato alla presenza, tra i tanti, del tecnico Massimo Oddo e dei calciatori Memushaj, Caprari e Lapadula.


Andrea Sacchini