FARAONI D'ABRUZZO

Autostrade A24-A25 il progetto Toto approda in consiglio regionale

L’iniziativa è avallata dalla Regione Abruzzo ma bocciata dal ministero

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1088



ABRUZZO. Oggi in Consiglio Regionale, convocato per le 11.30, si discute, su richiesta dell'opposizione, del mega-progetto autostradale di Toto su cui il governo ha espresso in maniera inequivocabile un giudizio negativo con la risposta del sottosegretario Della Vedova all'interrogazione dell'On.Gianluca Vacca.


La Regione con una nota del suo Presidente, Luciano D’Alfonso, degli inizi di giugno ha invece espresso sulla proposta un parere favorevole di massima nonostante si tratti di interventi mai previsti nella programmazione regionale e dall'impatto ambientale, paesaggistico e socio-economico devastante per il nostro territorio e le nostre montagne.


Il progetto ha suscitato una fortissima contrarietà degli enti locali della Valle Peligna e della provincia dell'Aquila nonchè una vastissima opposizione di associazioni, sindacati, forze sociali, comitati, cittadini.


Il governo riferendo di fronte al parlamento ha ufficialmente confermato quanto avevamo sostenuto circa la illegittimità della proposta e il suo contrasto con il quadro normativo vigente.


«Auspichiamo che il Consiglio Regionale», fa sapere il coordinamento “No Toto - Salviamo l’Abruzzo”  «si esprima in maniera inequivocabile per il NO e metta la parola fine sulla vicenda impegnando il Presidente D'Alfonso e la Giunta a revocare il parere incautamente espresso nel giugno 2016. La Regione Abruzzo dovrebbe invece impegnarsi affinchè il concessionario autostradale garantisca quanto la legge gli impone di fare su viadotti e gallerie esistenti, cioè “investimenti strettamente riconducibili al dettato normativo afferente l'adeguamento sismico con la messa in sicurezza dei viadotti sul tracciato autostradale esistente, l'adeguamento degli impianti di sicurezza in galleria, l'adeguamento della normativa in materia di impatto ambientale e i lavori di manutenzione straordinaria" ».


In base alle prese di posizione assunte da formazioni politiche di opposizione e maggioranza che si sono dichiarate contrarie al progetto in teoria dovrebbe esserci un pronunciamento inequivocabile e definitivo a meno che non vi siano sorprese dell’ultim’ora.


«Confidiamo che nessuno faccia passi indietro rispetto alle posizioni pubblicamente assunte e che il Consiglio Regionale esprima una volontà chiara da trasmettere al governo e allo stesso concessionario», conclude il comitato.



APPROVATO DOCUMENTO DEL CENTROSINISTRA

In aula sono stati presentati altri due documenti (il primo del Centro-destra, il secondo del M5S) che sono stati bocciati. Sul documento della maggioranza al momento della votazione si è astenuto il Centro-destra mentre ha votato contro il Movimento Cinque Stelle. Il provvedimento approvato impegna il Presidente e la Giunta regionale a: «promuovere concrete azioni politiche nei confronti del Governo affinchè la Società Autostrade dei Parchi predisponga un piano di interventi atti a garantire l’adeguamento anti-sismico dei viadotti esistenti; ad aprire un serrato confronto con il Governo e la Società Autostrade dei Parchi per verificare il rispetto degli obblighi previsti dalla convenzione in essere in termini di manutenzione, investimenti ed ampliamento dei servizi all’utenza;a promuovere concrete azioni politiche nei confronti del Governo finalizzate ad ottenere investimenti per lo sviluppo ed ammodernamento della linea ferroviaria Pescara-Sulmona-Roma con l’obiettivo di portare i tempi di percorrenza tra Roma e Pescara al di sotto delle due ore, per affermare definitivamente l’aeroporto d’Abruzzo e nel contempo rendere competitivo il trasporto mare/ferro/gomma tra il porto di Ortona e quello di Civitavecchia».



M5S: «VINCE ANCORA LA PROPAGANDA SUL BUON SENSO»  

«Ancora una volta», è la posizione del M5s, «la propaganda supera il buon senso. E' stato bocciato, nel corso del consiglio straordinario sul Progetto Strada Dei parchi, il documento del M5S che invitava la Giunta a ritirare parere favorevole ed a dichiararsi contrario a questa, onerosa quanto inutile, maxi opera, già bocciata dal Ministero delle Infrastrutture.

“Dodici minuti in meno di percorrenza in auto non valgono la distruzione del patrimonio ambientale d'Abruzzo, l'isolamento di alcune comunità montane e l'aumento della, già costosissima, autostrada per Roma. Eppure c'è qualcuno che non è d'accordo con questa affermazione e continua una propaganda basata sulla paura del sisma e la scusa della sicurezza” è questo il commento dei consiglieri del M5S a seguito del consiglio straordinario dove è stato discusso il documento per il ritiro del parere favorevole e la dichiarazione di contrarietà a questo ennesimo scempio per la regione Abruzzo».


«La giunta D'Alfonso continua, di fatto, ad appoggiare il progetto di un privato, che impiega 6,7 miliardi di soldi pubblici, per accorciare l'autostrada A24-A25 di pochi minuti. Quest'opera inutile, riporterebbe Regione Abruzzo indietro di 50 anni» spiega Sara Marcozzi, capogruppo M5S «ed è già bocciata dal Ministero grazie ad un'interrogazione parlamentare del Deputato M5S Gianluca Vacca lo scorso 2 agosto. D'Alfonso e la sua maggioranza, dunque, non bocciano il progetto già bocciato dal Ministero e definito dallo stesso "non sostenibile sotto il profilo tecnico, amministrativo, giuridico ed economico-finanziario”.

Sempre il ministero in quella risposta parlamentare ha sottolineato che la competenza in tale materia è dei Ministeri e non di un presidente di regione e nè della sua Giunta. Forse»   ironizza Marcozzi «come più volte da egli stesso affermato, il Presidente D'Alfonso prende tempo con la speranza di arrivare lui alla guida del Ministero, così potrà forse sbrogliare questa matassa per sventrare l'Abruzzo. Ma mentre attendiamo le evoluzioni della carriera politica del Presidente, le opere che servono agli abruzzesi non si fanno».

ECCO TUTTI I DOCUMENTI

Copertina relazione
Planimetria totale
Raccordo Pescara - A25
Raccordo Pescara - A25 / 2
Raccordo Pescara - A25 /3
Raccordo Pescara - A25 /4
V01 Stonio-Marano
V01 Stonio-Marano /2
V01 Stonio-Marano / 3
V01 Stonio-Marano /4
V01 Stonio-Marano /5
V01 Stonio-Marano /6
V01 Stonio-Marano /6
V01 Stonio-Marano /7
V01 Stonio-Marano /8
Celano-Vittorito-Popoli- Bussi
Celano-Vittorito-Popoli- Bussi/ 2
Celano-Vittorito-Popoli- Bussi /3
Celano-Vittorito-Popoli- Bussi /4
Celano-Vittorito-Popoli- Bussi /5
Celano-  Vittorito-Popoli-  Bussi /6
Celano-  Vittorito- Popoli-  Bussi /7
Paterno - S.Iona
Paterno - S.Iona /2
Basciano - Roseto
Basciano- Roseto /2
PARERI REGIONI LAZIO -ABRUZZO
RELAZIONE SCENARI