I DOC

Viabilità: Fi contesta D’Alfonso: «su Fondovalle Sangro solo annunci»

«Smentite ancora una volta le parole di D’Alfonso»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

139

LANCIANO. «Il completamento della Fondo Valle Sangro tanto promesso in piu' occasioni dal presidente D’ Alfonso, dal giorno dopo il suo insediamento, non trova pace e soprattutto, viste le prescrizioni dettate dalla Commissione VIA il 5 luglio scorso, ancora una volta vengono smentiti gli annunci di imminenti appalti e inizio lavori. Praticamente dopo un anno e mezzo siamo ancora al punto di partenza».

Lo hanno detto il deputato di Forza Italia, Fabrizio Di Stefano, e il presidente della Commissione vigilanza e consigliere regionale, Mauro Febbo, nel corso di una conferenza stampa a Lanciano sulla vicenda dei lavori di completamento della Fondo Valle Sangro.

«Non e' affatto vero - sostegno Di Stefano e Febbo - che la situazione si e' sbloccata con il VIA del 5 luglio ma anzi si e' complicata visto le richieste (ben 147, neanche numerate) e prescrizioni che ne allungano la tempistica e complicano l'iter, nonche' ci si espone a contenziosi amministrativi. Quindi D'Alfonso butta fumo negli occhi mentre la realta' e' tutt'altra».

Nello specifico - illustrano i due esponenti di Forza Italia - nella nota del 5 luglio scorso da parte del CCR VIA (Comitato di Coordinamento Regionale per la Valutazione di Impatto Ambientale) si legge come il progetto di variante SS 652 Fondovalle Sangro del tratto compreso tra la stazione di Gamberale e la stazione di Civitaluparella e' sommario, riduttivo e lacunoso con prescrizioni che rinviano ad altri pareri fondamentali da acquisire dalla stessa Regione.

«Questo praticamente significa», sottolineano i due esponenti di Forza Italia, «che i tempi per vedere la opera ultimata si allungano ancora con il serio pericolo di perdere i fondi stanziati come da Decreto 133/2014 che, ricordiamo, dovevano essere cantierabili per il 31 agosto 2015, poi prorogati al 31 ottobre 2015».

Come si legge anche nella relazione di Verifica di Assoggettabilita' dove l’ingegner Dinella (Anas) sottolinea come «risulta quindi urgente procedere alla approvazione per non perdere il finanziamento gia' concesso con lo Sblocca Italia».

2680 ANAS FondoValleSangro by PrimaDaNoi.it on Scribd