ALLE URNE

Comunali, domenica 5 giugno si vota. Ecco come

Urne aperte dalle 7 alle 23

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

662

ABRUZZO. Domenica 5 giugno 2016 si svolgerà il turno ordinario delle consultazioni per l'elezione diretta dei sindaci e dei consigli comunali e per l'elezione dei consigli circoscrizionali nelle regioni a statuto ordinario. L'eventuale turno di ballottaggio si svolgerà domenica 19 giugno.

In Abruzzo vanno al voto 72 Comuni. Si potrà votare dalle 7 alle 23.


COME SI VOTA

La preferenza si esprime scrivendo negli appositi spazi il cognome (oppure il nome e cognome in caso di omonimia) dei candidati consiglieri comunali della lista votata.

Le modalità di espressione del voto cambiano in funzione della popolazione dei comuni.

Nei comuni fino a 15.000 abitanti si può tracciare un segno solo sul candidato sindaco, solo sulla lista collegata al candidato sindaco o anche sia sul candidato sindaco che sulla lista collegata al medesimo candidato sindaco: in ogni caso il voto viene attribuito sia alla lista di candidati consiglieri che al candidato sindaco. E’ eletto Sindaco il candidato che ottiene il maggior numero di voti.

Nei comuni con più di 15.000 abitanti si può:

- tracciare un segno solo sul candidato sindaco; in questo caso il voto viene attribuito solo al candidato sindaco;

- tracciare un segno solo su una delle liste collegate al candidato sindaco o anche sia sul candidato sindaco che su una delle liste collegate al medesimo candidato sindaco: in entrambi i casi il voto viene attribuito sia al candidato sindaco che alla lista di candidati consiglieri;

- esprimere il voto disgiunto, tracciando un segno sul candidato sindaco ed un altro segno su una lista non collegata: in questo caso il voto viene attribuito sia al candidato sindaco che alla lista non collegata.

E’ eletto sindaco al primo turno il candidato che ottiene la maggioranza assoluta dei voti validi (almeno il 50% più uno); qualora nessun candidato raggiunga tale soglia si tornerà a votare domenica 19 giugno per il ballottaggio tra i due candidati più votati.

LA TESSERA ELETTORALE

La tessera elettorale si rinnova presso gli uffici elettorali del comune di residenza; è opportuno che gli elettori che hanno necessità di rinnovarla si rechino per tempo presso tale ufficio, che resterà comunque aperto dalle ore 9 alle ore 18 nei due giorni antecedenti la data della consultazione e, nel giorno della votazione, per tutta la durata delle operazioni di votazione, e quindi dalle ore 7 alle ore 23.

ELETTORE RICOVERATO IN OSPEDALE

L’elettore che sia degente in un ospedale o casa di cura è ammesso a votare nel luogo di ricovero per le elezioni del comune nelle cui liste elettorali è iscritto se la struttura sanitaria è ubicata nel territorio del comune. A tal fine deve presentare al Sindaco un’apposita dichiarazione recante la volontà di esprimere il voto nel luogo di cura e l’attestazione del direttore sanitario dello stesso luogo di cura comprovante il ricovero. La dichiarazione, da inoltrare per il tramite del direttore amministrativo o del segretario dell’istituto di cura, deve pervenire al suddetto Comune non oltre il terzo giorno antecedente la votazione.

DOVE SI VOTA

Al voto andranno 25 comuni della provincia di Chieti: Archi (sindaco uscente Silvia Spinelli), Carunchio (sindaco uscente Gianfranco D’Isabella), Casacanditella (Giuseppe Erminio D'Angelo), Casalanguida (Andrea Ricotta), Casalbordino (Remo Bello), Casoli (Sergio De Luca), Celenza sul Trigno, Colledimacine (Graziano Di Berardino), Dogliola (Rocco D'Adamio), Fara San Martino (Giuseppe Di Rocco), Fraine (Vincenzina Di Iorio), Francavilla al Mare (Antonio Luciani), Lama dei Peligni (Antonino Amorosi), Lanciano (Mario Pupillo), Lentella (Carlo Moro), Pennadomo, Pietraferrazzana (Pierino Liberatore), Quadri (Saverio Calabrese), Rocca San Giovanni (Giovanni Enzo Di Rito), San Giovanni Teatino (Luciano Marinucci), San Martino sulla Marrucina (Luciano Giammarino), Sant'Eusanio del Sangro (Raffaele Verratti), Scerni (Giuseppe Pomponio), Tufillo (Marco Monaco), Vasto ( Luciano Antonio Lapenna).


Nella provincia aquilana si rinnoveranno invece 29 consigli comunali:Alfedena (sindaco uscente Massimo Scura), Bisegna (sindaco uscente Amedeo Di Lorenzo), Calascio (sindaco uscente Antonio Vincenzo), Campotosto (Antonio Di Carlantonio), Canistro (Antonio Di Paolo), Capitignano (Maurizio Pelosi), Carapelle Calvisio (Domenico Di Cesare), Castelvecchio Calvisio, Cerchio (Gianfranco Tedeschi), Civita d'Antino (Sara Cicchinelli), Civitella Roveto (Raffaelino Tolli), Cocullo (Nicola Risio), Fossa (Antonio Gentile), Ofena (Mauro Castagna), Ortona dei Marsi (Manfredo Eramo), Ortucchio (Federico D'Aulerio), Ovindoli (Pino Angelosante), Pereto (Bruno Ranati), Prezza (Ludovico Iannozzi), Rivisondoli (Roberto Ciampaglia), Roccaraso (Francesco Di Donato), San Vincenzo Valle Roveto (Giulio Lancia), Scontrone (Ileana Schipani), Scurcola Marsicana (Vincenzo Nuccetelli), Secinaro (Clementina Graziani), Sulmona, Tagliacozzo (Maurizio Di Marco Testa), Tornimparte (Umberto Giammaria), Villalago ( Fernando Gatta).


Sono 11 i Comuni al voto in provincia di Pescara: Civitella Casanova (sindaco uscente Marco D'Andrea), Collecorvino (sindaco uscente Antonio Zaffiri), Cugnoli (sindaco uscente Lanfranco Chiola), Manoppello (Gennaro Matarazzo), Penne (Rocco D'Alfonso), Pescosansonesco (Nunzio Di Donato), Picciano (Vincenzo Catani), Popoli (Concezio Galli), Sant'Eufemia a Maiella (Francesco Crivelli), Serramonacesca (Franco Enrico Marinelli), Tocco da Casauria (Luciano Lattanzio).


Sono 7, infine, i Comuni della provincia di Teramo: Basciano (sindaco uscente Paolo Paolini), Bellante (sindaco uscente Mario Di Pietro), Castellalto (sindaco uscente Vincenzo Di Marco), Colonnella (Leandro Pollastrelli), Cortino (Gabriele Minosse), Pietracamela, Roseto degli Abruzzi (Enio Pavone).