NEL PALLONE

Chieti Calcio, tregua Comune e società neroverde per problemi stadio

15 novembre gara con il Giulianova si disputerà all'Angelini

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

101

 

CHIETI. Pace fatta fra il Comune di Chieti e Chieti Calcio? Dopo l'annuncio di ieri della società calcistica di emigrare ad Ortona  per le gare casalinghe del campionato nazionale di serie D, a causa delle pessime condizioni del terreno di gioco dello stadio Guido Angelini, questa mattina c'é stato nella sala stampa dello stadio una conferenza stampa congiunta del sindaco Umberto Di Primio e del presidente del Chieti, Giorgio Pomponi, per sancire la tregua e porre le basi per affidare alla società la gestione dell'impianto. Il 15 novembre Chieti-Giulianova si disputerà dunque regolarmente al Guido Angelini.

«Nessuna guerra - ha spiegato il sindaco Di Primio - ma forse un eccesso di passione da parte mia e del presidente Giorgio Pomponi perché entrambi vogliamo vincere il campionato lui come presidente della squadra e io come sindaco di Chieti e primo tifoso del Chieti. Al di là di questo c'é il fatto che l'Amministrazione Comunale vede nella gestione dello Stadio da parte della società calcistica una buona possibilità anche per il futuro dell'impianto e soprattutto c'é una volontà ben precisa da parte del Comune di far utilizzare l'impianto alla società per far diventare più grande la Chieti Calcio. Sotto il profilo tecnico-giuridico ora dobbiamo trovare il modo - ha proseguito - affinché la società possa gestire lo stadio in modo da rientrare dell'investimento che farà e per far questo c'é bisogno di una garanzia per l'eventuale accesso al credito sportivo o a finanziamenti di altro genere. Il Comune non poteva farsi garante di questa cosa è così sarà la società a farsi garante anche di questo e quindi diciamo che come Amministrazione abbiamo avuto il massimo del risultato possibile e addirittura più di quello che si poteva sperare. La Chieti Calcio si graverà di un ulteriore debito e questo se é finalizzato a realizzare il progetto nel quale crediamo tutti, si potrà andare tranquillamente avanti».

 Il presidente del Chieti, Giorgio Pomponi, smentendo dissapori con il sindaco ha aggiunto: «Nessuna pace perché non c'era stato nessun litigio con il sindaco e il Comune. Noi eravamo semplicemente indispettiti dall'atteggiamento da parte dell'atletica. Sulla gestione dello Stadio non abbiamo mai posti vincoli di tempo, ma parlato solo di un progetto da portare avanti».