Basket. Inizia bene la stagione della Proger Chieti. Schiantata 82-77 Jesi

Esordio migliore impossibile in Serie A2 per gli abruzzesi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

84

CHIETI. Finisce in gloria la prima di stagione della Proger Chieti, con Zeek Armwood che ruba palla a Paci, va a realizzare con una schiacciata terrificante e nell'azione successiva si alza ancora in cielo per stoppare il disperato tentativo di Greene. Bisognerà abituarsi a gare così tirate e a non illudersi mai di averla vinta anche quando sei avanti, come è capitato a Chieti questa sera, di 19 punti. Campionato livellato per cuori forti, questa è la A2. 

La Proger parte con uno svantaggio di 6 punti che tampona subito con i canestri di Allegretti, Monaldi e Armwood. Abbot subito penalizzato da 2 falli lascia il posto a Piccoli. Gli arbitri attribuiscono un fallo intenzionale proprio alla guardia americana e Jesi torna a +4.  Galli chiama la zona e ha subito buoni riscontri. Sergio da tre e Monaldi da sotto danno il primo vantaggio di serata alla Proger (11-10). Monaldi "nazionale", sarà di gran lunga a fine serata il migliore in campo, inizia a colpire a ripetizione oltre la linea dei tre punti e di slancio Chieti vola a + 5 (19-14) a  -1' dal suono della prima sirena. Un canestro di Zeek chiude il primo quarto con le Furie avanti per 23-18. 

Jesi riparte molto determina sotto la spinta di Greene ma Chieti in difesa morde. Dopo 2'30" di gioco il vantaggio della Proger sale a +7 (27-20). La partita si fa più sporca, in attacco tanti errori da una parte e dall'altra ma in questo c'è tanto merito delle difese. Abbott rientra e commette subito il suo terzo fallo in attacco. Il vantaggio di Chieti cresce sino a sfiorare la doppia cifra (32-23) ed è proprio Ty a sfondare quota 10 con un'entrata che frutta i due punti e un tiro libero realizzato (35-23). Jesi non molla  con Greene e Santiangeli su tutti ma Monaldi continua ad inventare canestri "fantasia" e il vantaggio al riposo lungo resta ancorato al +12 (37-25).

Ancora Monaldi, sempre più Monaldi, e Chieti vola in avvio a +15 (40-25) con un'altra sua tripla. Allegretti e Sergio allungano fino al 43-25. Jesi soffre maledettamente la difesa biancorossai ma con un po' di fortuna e tanta volontà cerca di restare a galla . L'intensità di Chieti cala e Galli chiama minuto a metà quarto. Il vantaggio cala a +10 (46-36) ma Allegretti da tre ricaccia indietro i marchigiani. Jesi sprofonda quando Abbott realizza il canestro del 55-36 a -3' dalla fine del terzo quarto. Terzo fallo di Armwood che va a sedersi in panca, Abbott va a schiacciare e viene richiamato anche lui da Galli al riposo. Improvvisamente si aprono le maglie difensive della Proger che va improvvisamente in affanno. Qualcosa si inceppa nel meccanismo di gioco delle Furie e nei secondi finali del quarto due triple rimettono in carreggiata gli ospiti che tornano a galla, riducendo lo svantaggio a -9 (57-48).

Abbott da tre in avvio ricaccia indietro Jesi ma Janelidze con 5 punti consecutivi rilancia i suoi. Chieti è in caduta libera e il vantaggio si assottiglia fino a - 5 (60-55) dopo nemmeno 2' di gioco. La partita assume toni sempre più accesi. Galli richiama i suoi per parlarci sopra e alla ripresa del gioco un 2+1 di Armwood sembra rimettere le cose a posto ma ormai Jesi ha ripreso a sperare ed è in fiducia. Allegretti ancora da tre per un vitale + 8 (66-58) ma gli arancioblu seguono a ruota. A metà quarto ci si gioca la partita, Greene contro tutti e Furie a lottare alla morte per ricacciare indietro gli avversari. Jesi ancora a -  5 a -2'  dalla fine. Santiangeli lima con un tiro libero lo svantaggio ma Hunter si divora altri due tiri liberi di capitale importanza. Sergio invece dalla lunetta non sbaglia, Greene è sempre implacabile da tre. Ancora Sergio a 50" dal termine riporta il vantaggio Furie a +5 (77-72). Ancora punto a punto e a - 24" tre scandalosi tiri liberi concessi a a Monaldi mandano Greene ai tiri liberi.  Monaldi porta palla e Battisti commette fallo su di lui. Diego mette dentro il primo e sbaglia il secondo ma sulla ripartenza di Paci come detto  Armwood si supera. 

Questa vittoria poggia sulle spalle Monaldi "über alles", Zeek Armwood, Sergio ed Allegretti. Abbott alle prese con una fastidiosa lombalgia è andato a corrente alternata, pochi i punti dalla panchina. Siamo all'inizio e ci sarà tempo e modo per migliorare. Al momento questa vittoria dà fiducia e morale, non è poco. Pubblico numeroso e partecipe che ha goduto di uno spettacolo denso di emozioni e di gesti tecnici importanti. Partenza giusta, buona la prima!

Proger Chieti Vs Jesi (23-18) (37-25) (57-48) 82-77

PROGER CHIETI: Abbott 10, Piazza  2, Allegretti 18, Marchetti n.e., Sipala n.e., Piccoli, Vedovato 3, Sergio 13, Monaldi 20, Armwood 16 All. Galli

AURORA BASKET JESI: Greene 28, Hunter 6, Battisti 3, Lucarelli, Janelidze 5, Leggio, Paci 9, Santiangeli 21, Picarelli 2, Gueye 3 All. Lasi