CALCIO

Lega Pro. Weekend da dimenticare per L'Aquila. Lombardi dà 3 punti all'Ancona (1-0)

Prestazione sotto tono dei rossoblù. Reazione sterile dopo l'1-0

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

17

ANCONA. Un gol di Lombardi condanna L'Aquila al secondo ko di fila dopo il capitombolo casalingo col Pontedera della settimana scorsa. L'Ancona ringrazia gli errori degli abruzzesi e conquista 3 punti importantissimi in chiave classifica e morale.

Prova decisamente sotto tono dei rossoblù, incapaci di rendersi pericolosi dalle parti di Lori e soprattutto di abbozzare una reazione convincente dopo il gol (poi vittoria, ndr) di Lombardi.

Avvio di gara positivo per L'Aquila che al di là di qualche ripartenza pericolosa non è mai arrivata alla conclusione con convinzione e pericolosità. Sul fronte opposto dorici più concreti, con Zandrini protagonista di 2 difficili interventi su tiro di Casiraghi e colpo di testa di Konate.

Nella ripresa cambia tutto al nono con il vantaggio dell'Ancona. Azione insistita in area rossoblù e conclusione vincete da posizione decentrata di Lombardi che fa secco Zandrini.

Nonostante il vantaggio sarà sempre l'Ancona a fare la partita e andrà vicino al gol pochi minuti più tardi con Sassano dal limite. Nessuna reazione degli abruzzesi con il risultato che non cambierà più.

Nel prossimo turno L'Aquila ospiterà la Spal nell'insolito anticipo del venerdì.


ANCONA-L'AQUILA 1-0 (primo tempo 0-0)

MARCATORE: 9'st Lombardi (An)

ANCONA (4-2-3-1): Lori; Parodi, Mallus, Konate, Pedrelli; Paoli, Bambozzi; Cazzola (6'st Sassano), Casiraghi (43'st Radi), Lombardi (29'st Hamlili); Cognini. A disposizione: Polizzi, Di Sabatino, Gelonese, Velocci, Lignani, Bussi, Maiorano, Adamo. Allenatore: Cornacchini.

L'AQUILA (4-3-3): Zandrini; Bigoni, Maccarone, Anderson, Piva; De Francesco (33'st Perna), M. Mancini, Stivaletta (16'st Bensaja); Ceccarelli (13'st Triarico), De Sousa, Sandomenico. A disposizione: Savelloni, Di Mercurio, Sanni, Cosentini, Iannascoli, Palestini, Milicevic, A. Mancini. Allenatore: Perrone.

ARBITRO: Strippoli della sezione di Bari.

NOTE: Presenti sugli spalti circa 2.500 spettatori con rappresentanza ospite. Ammoniti: Maccarone, Bambozzi, Zandrini. Espulsi: nessuno.

Andrea Sacchini