SERIE B

Delfino Pescara. Oddo pungola i suoi: «più cattivi e concreti sotto porta»

Il punto con la Salernitana non è andato giù al tecnico: «troppa sufficienza»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

33

PESCARA. Una squadra bella a vedersi ma maledettamente troppo poco concreta sotto porta. I limiti del Pescara hanno infastidito parecchio Massimo Oddo, soprattutto dopo le tantissime occasioni da gol create ma non finalizzate con Bari prima e Salernitana poi. Il tecnico, nella consueta conferenza stampa pre-gara, ha invitato i suoi ad essere meno leziosi e più concreti negli ultimi 20 metri: «con la Salernitana ho visto un atteggiamento di sufficienza che non mi è piaciuto nel secondo tempo. Dovevamo essere più cattivi e concreti nel cercare il secondo gol con l'avversario in inferiorità numerica, ma abbiamo permesso alla Salernitana di rimanere in partita. Commettiamo ancora di inesperienza ma è normale considerata la rosa. Avremo tempo e modo di recuperare».

I biancazzurri sono partiti con un giorno d'anticipo alla volta di Vicenza: «questo per le gare di campionato ravvicinate e perché la squadra è stanca. Ho ritenuto giusto partire un giorno prima per il viaggio lungo e perché altrimenti non ci saremmo allenati bene la vigilia del match».

«Il Vicenza è una quadra pericolosa» – chiude il tecnico parlando della partita di domani – «nonostante abbia perso diversi giocatori importanti rispetto all'anno scorso. Ragusa e Cocco su tutti. Stanno attraversando un periodo non facile ma noi dobbiamo scendere in campo con lo stesso spirito delle ultime giornate».

La squadra intanto ieri ha già raggiunto il ritiro pre-gara di Vicenza. Ancora lontanissimo dalla migliore condizione Campagnaro, che è stato aggregato in Primavera col preciso scopo di immagazzinare minuti preziosi nelle gambe. Out anche Aresti, Sansovini e Crescenzi. Convocati i portieri Fiorillo e Aldegani; i difensori Bunoza, Fiamozzi, Fornasier, Mignanelli, Zampano e Zuparic; i centrocampisti Benali, Bulevardi, Mandragora, Memushaj, Selasi, Torreira, Valoti e Verre; gli attaccanti Cappelluzzo, Caprari, Cocco, Lapadula, Mitrita e Testi.

Andrea Sacchini