CALCIO

Lega Pro. Cuore e fortuna L'Aquila. Bensaja allo scadere punisce l'Arezzo

Gara in sofferenza degli abruzzesi che trovano lo spunto decisivo nel finale

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

38

AREZZO. Oltre l'organizzazione, il gioco e la tecnica, a volte a fare la differenza è anche la fortuna. Con un gol di Bensaja a tempo quasi scaduto, dopo una lunga serie di occasioni da gol sciupate dagli avversari, L'Aquila espugna 1-0 Arezzo e resta a punteggio pieno (peccato per il punto di penalizzazione, ndr).

Va però sottolineata l'impresa degli abruzzesi, perché di grande impresa si tratta. In inferiorità numerica nel finale, i rossoblù non hanno mollato un centimetro e hanno resistito nel momento di massima pressione dei padroni di casa.

È L'Aquila a farsi viva per prima al minuto 13. Sandomenico dopo una buona azione corale da buona posizione sparacchia addosso a Baiocco. Risposta dell'Arezzo al 20esimo con Defendi, che di prima intenzione non riesce a correggere in rete un calcio d'angolo.

Al 37esimo la più ghiotta chance dei primi 45 di gioco è costruita dai padroni di casa. Colpo di testa perfetto di Cori nel cuore dell'area e pallone che si stampa sul palo.

Un minuto dopo è il turno di Tremolada che dal limite costringe agli straordinari Zandrilli.

Nella ripresa parte meglio L'Aquila (tentativo di Mancini che non inquadra lo specchio dal limite, ndr) ma è soltanto un fuoco di paglia. Al 27esimo lancio di Tremolada per lo scatto di Feola che da 2 passi prende il secondo legno di giornata dei toscani. Alla mezz'ora altra occasionissima per l'Arezzo: Bentancourt tutto solo davanti a Zandrilli manda la sfera a lato. Al 38esimo la gara dell'Aquila si fa ancora più difficile: espulso per doppio giallo Piva.

In inferiorità numerica però all'ultimo respiro sono i rossoblù a trovare l'intera posta in palio. Calcio di punizione perfetto di Bensaja da distanza siderale e pallone all'incrocio dei pali.

Domenica prossima al Fattori arriva il Pontedera.


AREZZO-L'AQUILA 0-1 (primo tempo 0-0)

MARCATORE: 48'st Bensaja (Aq).

AREZZO (4-3-1-2): Baiocco; Carlini, Panariello, Monaco, Sperotto; Gambadori, Capece, Feola (40'st Calabrese); Tremolada (32'st Ceria); Cori, Defendi (24'st Bentancourt). A disposizione: Rosti, De Martino, Milesi, Madrigali, Masciangelo, Del Magro, Vinci, Pugliese, Mariani. Allenatore: Capuano.

L'AQUILA (4-3-3): Zandrini; Sanni, Maccarone, Anderson, Piva; Bigoni, Bensaja, De Francesco; M. Mancini (41'st Di Mercurio), De Sousa (36'st Triarico), Sandomenico (20'st Perna). A disposizione: Savelloni, Cosentini, Iannascoli, Stivaletta, A. Mancini. Allenatore: Perrone.

ARBITRO: Provesi della sezione di Treviglio (Donvito-Rugini).

NOTE: Presenti sugli spalti circa 2mila spettatori. Ammoniti: Feola, Piva, Bentancourt, Bensaja. Espulso: 38'st Piva (Aq).


Andrea Sacchini