SPORT

Virtus Lanciano. Mammarella tra presente e futuro:«salvezza, ma pensiamo all'Ascoli»

Sabato al Biondi esordio casalingo dei frentani. Out Piccolo e Bacinovic

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

101

LANCIANO. Sempre più vicino l'esordio casalingo in campionato per la Virtus Lanciano, che sabato pomeriggio ospiterà il quotato Ascoli. Biglietti in vendita già da qualche giorno nella speranza di trovare un Biondi pronto a spingere i rossoneri ai primi 3 punti in classifica.

La sconfitta forse immeritata di domenica con la Pro Vercelli (Lanciano in inferiorità numerica per gran parte del secondo tempo, ndr) non ha lasciato strascichi e l'occasione per il riscatto è a un passo, come ha dichiarato ieri Carlo Mammarella al sito ufficiale del club frentano: «ci tenevamo moltissimo a partire alla grande, ma sappiamo bene che siamo solo alla prima gara di campionato, c'è molto su cui lavorare e ancora tanto da fare per prepararci a questa stagione, ma se rivediamo i novanta minuti giocati, devo ammettere che abbiamo disputato una buonissima gara sebbene le ingenuità commesse non ci hanno portato il risultato che avremmo voluto riportare a casa».

All'orizzonte il match con l'Ascoli, temuto dal capitano degli abruzzesi: «è una squadra che sarebbe stata già competitiva per la B senza dover far troppi innesti, vista l'ottima stagione precedente: oggi ha anche la possibilità di prendere dei giocatori importanti che magari non hanno trovato spazio nelle squadre di appartenenza. A parte questo, noi dobbiamo fare il nostro e impegnarci come in ogni gara».

Dopo aver cambiato tantissimo in estate soprattutto in attacco con un tridente tutto nuovo formato dal solo “superstite” Piccolo, la Virtus Lanciano vuole stupire anche quest'anno. Obiettivo, manco a dirlo, la salvezza come nelle ultime stagioni: «l'obiettivo sappiamo tutti qual è. E purtroppo dobbiamo guadagnarcelo giornata per giornata. Per noi non è importante la posizione in classifica che abbiamo riportato negli altri campionati, dobbiamo pensare a dare il meglio in queste quarantadue partite e arrivare alla salvezza, poi se il campionato dirà che potremmo meritarci qualcosa di più sul campo lo accetteremo volentieri».

Con i bianconeri sicura l'assenza di Bacinovic (espulso con la Pro Vercelli e squalificato per una gara, ndr) e Piccolo. Quest'ultimo deve scontare l'ultima giornata di squalifica rimediata nella passata stagione.

Andrea Sacchini