SERIE B

Delfino Pescara. Sebastiani “trattiene” Brugman e Memushaj: «non li svendiamo»

Il presidente sul mercato in entrata: «mancano 2 mesi. Faremo qualcosa»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

192

PESCARA. Presentata dai dirigenti al gran completo la campagna abbonamenti del Delfino ora la palla passa ai tifosi. Il termometro dell'entusiasmo non è ai livelli dell'immediato pre e post play-off, ma dal mercato (che fin'ora ha regalato soltanto cessioni eccellenti, ndr) potrebbero giungere i primi sorrisi. Pescara e Bari continuano a parlare per il trasferimento in biancazzurro di Galano mentre Corvia e Lapadula, come confermato dai dirigenti, restano obiettivi sensibili per l'attacco.

«Tutto può succedere da qui fino al 31 di agosto» – ha raccontato ieri il patron Daniele Sebastiani a margine della presentazione della nuova campagna abbonamenti del Delfino – «abbiamo tanti giocatori bravi che hanno ambizioni e sono cercati da diversi club di categoria superiore. Il Pescara però non si fascia mai la testa se deve ripartire o sostituire giocatori che partono...».

Gli uomini di mercato biancazzurri al momento sono Brugman e Memushaj...: «Brugman non è detto che parta. Ha delle richieste e il Palermo è interessato però noi non svendiamo o affrettarci in un mercato che ha ancora 2 mesi di vita. Il giocatore ha voglia di confrontarsi con la Serie A ma sa benissimo che il Pescara farà il possibile per accontentarlo. Memushaj? Mi auguro possa rimanere a Pescara e diventare col tempo il simbolo e il capitano di questa squadra. Certo di fronte ad una offerta dalla Serie A...».

Sui possibili colpi in entrata: «stiamo seguendo giocatori importanti ma non abbiamo nulla di avviato ancora se non con l'Atalanta per Del Grosso che poteva entrare nel discorso di Bjarnason. Corvia è ancora un giocatore del Brescia».

Capitolo cessioni. Manca ancora l'accordo tra Bjarnason e il Torino e il nodo riguarda l'ingaggio. Probabile che alla fine l'islandese darà il suo ok ma Palermo e Basilea restano alla finestra. Per Brugman, nei giorni scorsi molto vicino al Palermo, il Delfino vuole non meno di 4 milioni di euro. I rosanero sono però pronti a offrire al massimo 2 milioni di euro circa. Per raggiungere un accordo saranno decisive le prossime settimane.

Andrea Sacchini