SERIE B

Delfino Pescara. Melchiorri al Cagliari, poi via Bjarnason e Memushaj. Esodo iniziato

L'attaccante oggi firma per il club isolano. Repetto: «club d'accordo su tutto»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

398

PESCARA. Alla fine Federico Melchiorri ha scelto il Cagliari, capace di superare la concorrenza del Carpi. Per l'ufficialità è solo questione di dettagli, come confermato ieri dal Dg Giorgio Repetto: «l'accordo tra i club è già stato trovato».

Melchiorri, prelevato in estate a parametro 0, passa a titolo definitivo al Cagliari per una cifra vicina ai 2,5 milioni di euro. Contratto ovviamente molto vantaggioso anche per il calciatore, che guadagnerà 300mila euro netti per i prossimi 3 anni (400mila in caso di promozione in Serie A, ndr). Il Delfino ha monetizzato e bene dalla cessione di Melchiorri ma è chiaro che l'operazione desta comunque qualche perplessità. Dubbi legati al fatto di aver rafforzato una diretta concorrente nella prossima Serie B malgrado le dichiarazioni del calciatore, non più tardi di 2 settimane fa, che aveva sottolineato la volontà di muoversi da Pescara solo per la massima divisione.

«Ho scelto Cagliari perché puntano subito con convinzione al ritorno in Serie A» – ha dichiarato Melchiorri a Cagliarinews – «non potevo dire di no. È stata un'offerta irrinunciabile».

Aria di smobilitazione anche a centrocampo, dove è sempre forte il pressing di Atalanta, Palermo ed Empoli per Bjarnason e Memushaj.

Brugman, reduce da un grave infortunio, potrebbe restare un altro anno così come Fiorillo e Fornasier. Per entrambi non appare troppo complicato ottenere un secondo prestito consecutivo rispettivamente da Juventus e Sampdoria. Nulla da fare ovviamente per Salamon e Zampano.

Data da cerchiare in calendario sicuramente quella del 25 giugno. Vanno risolte con la Roma le comproprietà di Politano e Caprari mentre con il Genoa quella relativa a Ragusa. Politano, la cui metà è valutata circa 1,2 milioni di euro, in ogni caso non resterebbe in riva all'Adriatico e verrebbe girato da Roma o Pescara in Serie A (Sassuolo?) o B (Catania o Cagliari?). Stesso discorso per Ragusa, vero e proprio pupillo di Marino che vorrebbe presto riabbracciarlo a Catania dopo le esperienze positive a Pescara prima e Vicenza poi.

In entrata tanti nomi, tante trattative ma poche certezze. Si fa il nome di Dezi (a metà tra Crotone e Napoli, ndr) ma ancora nulla di concreto.

Andrea Sacchini