SERIE B

Oddo e il nuovo Pescara tutto da scoprire. La dirigenza: «vittoria anche di Baroni»

A fortuna la società sembra aver trovato l'uomo giusto: «ora tutti allo stadio»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

812



PESCARA. Non saranno stati i dettami tecnici e tattici del nuovo tecnico (appena 10 giorni sono il nulla per giudicare la bontà o meno del lavoro da allenatore, ndr) a trasformare un Pescara spento, abulico e impaurito in una squadra coraggiosa e bella da vedere, ma sicuramente Massimo Oddo ha lavorato molto bene sulla testa dei giocatori. Con il Perugia, ma anche con il Livorno, i biancazzurri hanno avuto pochissime pause e come d'incanto appena 180 minuti di gioco hanno spazzato via malumori e perplessità della lunga agonia Baroni. Segno intangibile che basta poco per infiammare il pubblico di fede pescarese: gioco accettabile e soprattutto comunicazione vincente. Un po' a fortuna la dirigenza sembra aver trovato in casa l'uomo giusto per lo scatto finale che porterà il Pescara a giocarsi prima la semifinale col Vicenza (venerdì e martedì, ndr) e poi eventualmente la finale con la vincente di Bologna-Avellino.
«Col Perugia era forse la partita più difficile e delicata e l'abbiamo vinta alla grande» – ha detto il patron Daniele Sebastiani – «ora guardiamo al Vicenza che si sarà riposato e che starà preparando bene la gara con noi. Abbiamo una rosa ampia e il mister ha dimostrato che tutti i giocatori sono di alto livello. La vittoria però è anche merito di Baroni, che ci ha dato una mano importante per conquistare i punti che ci servivano per arrivare ai play-off. È stata una vittoria di tutti».

«Ora tutta la città deve trasmettere la giusta carica ai nostri giocatori» – ha invece dichiarato un raggiante Danilo Iannascoli, Ad del sodalizio adriatico – «abbiamo visto tanti tifosi a Perugia e ora abbiamo bisogno di loro sia in casa venerdì sia nel ritorno a Vicenza. Dobbiamo guardare partita per partita. Sembra che sia cambiato qualcosa, la squadra è più corta e tutti hanno dato il loro contributo. Ora vogliamo lo stadio pieno. Ce lo meritiamo tutti».
La squadra intanto ieri a ritmi blandi ha ripreso gli allenamenti in vista della semifinale d'andata di venerdì col Vicenza. Non hanno partecipato alla seduta Pesoli, Vrdoljak e Boldor mentre Bruno e Grillo hanno svolto lavoro personalizzato. Oggi allenamento alle ore 16,00 al Poggio degli Ulivi di Città Sant'Angelo. Sono entrati in diffida Salamon, Zampano, Torreira e Melchiorri.
Andrea Sacchini