SERIE B

Virtus Lanciano. D'Aversa non si aspetta regali: «il Carpi non sarà rilassato...»

I frentani in Emilia Romagna cercano l'ultimo punto per la salvezza

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

624







LANCIANO. A un passo dal raggiungere l'obiettivo salvezza la Virtus Lanciano partirà oggi alla volta di Carpi in vista del match di domani alle ore 15,00. I falconi dopo aver festeggiato la conquista matematica della Serie A hanno superato nell'ultimo turno di campionato nel derby il Modena. Segno inequivocabile che l'undici di Castori, nonostante tutti gli obiettivi già raggiunti, non abbia nessuna voglia di regalare punti. Neanche ai rossoneri che cercano l'ultimo scatto per mettere in archivio una stagione comunque positiva, che a meno di clamorosi colpi di scena nelle ultime 3 giornate regalerà la quarta Serie B consecutiva al club dei Maio.
«Sono convinto che non troveremo un avversario rilassato» – ha raccontato alla vigilia il tecnico della Virtus Lanciano, Roberto D'Aversa – «ho visto la gara Modena-Carpi e non hanno regalato nulla conquistando l'ennesima vittoria della loro stagione. È inutile negare però che potrebbe esserci differenza di stimoli tra noi e loro, anche se forse loro vorrebbero conquistare il record di punti in B».
Nel finale di stagione però è chiaro che a fare la differenza possono essere soprattutto le motivazioni e gli obiettivi ancora da raggiungere: «noi abbiamo ancora da raggiungere l'obiettivo salvezza quindi le motivazioni superiori devono essere le nostre. Non dobbiamo però farci condizionare dal fatto che il Carpi affronterà la gara in maniera molto serena. Dobbiamo andare in campo cercando di fare risultati a tutti i costi, anche a discapito del gioco. Visto e considerato anche il difficile calendario nelle ultime 2 giornate (Spezia al Biondi e Bologna allo stadio Dall'Ara, ndr)».
Roberto D'Aversa ha convocato i portieri Aridità, Nicolas e Petrachi; i difensori Aquilanti, Mammarella, Troest, Conti, Ferrario e Nunzella; i centrocampisti Vastola, Paghera, Grossi, Di Cecco, Bacinovic, Agazzi e Pinato; gli attaccanti Monachello, Thiam, Piccolo, De Silvestro, Cerri e Gatto.
Andrea Sacchini