SERIE B

Delfino Pescara. Baroni controcorrente: «mai sentito in discussione dalla società»

Il destino del tecnico toscano è però legato al match di sabato col Modena

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

691





PESCARA. «Io non mi sono mai sentito in discussione e non mi risulta di essere stato vicino all'esonero. Ho solo un obbiettivo: fare il massimo con la squadra che ho a disposizione».
Chiaro il pensiero di Marco Baroni, mai stato però così vicino all'esonero come nel post gara di Frosinone: «appena finita la partita ho parlato con la società per analizzare la partita ma non abbiamo affrontato alcun discorso di addio. Anche il presidente si è espresso in tal senso. È inutile parlare ancora di questo argomento anche perché la società mi ha sempre espresso fiducia non soltanto a parole ma anche nei fatti. Abbiamo attraversato anche momenti peggiori».
«Dopo 2 mesi molto difficili ci siamo ripresi alla grande» – ha continuato Baroni – «ma dobbiamo dare tutti di più. Ho ascoltato diverse critiche sul match perso col Frosinone. Io ho visto negli ultimi 20 minuti una grande reazione dopo essere andati sotto di 2 gol. Questo è l'atteggiamento giusto che chiedo ai ragazzi. L'aspetto mentale è fondamentale, dobbiamo recuperarlo».
Dopo i 3 punti di Carpi la squadra sempre essersi fermata fisicamente e mentalmente: «noi non ci siamo fermati lì. Abbiamo fatto delle buone partite poi abbiamo rovinato tutto con qualche errore difensivo di troppo. Penso ai match con Ternana e Brescia dove abbiamo gettato alle ortiche punti preziosi per la classifica e per il morale. Stiamo attraversando un momento difficile ma possiamo uscirne fuori».
«Non posso convincere chi non crede in me a ricredersi» – chiude l'ex tecnico della Virtus Lanciano – «Io parlo soltanto di cose oggettive. Il Pescara è ancora il miglior attacco e siamo in grado di mettere a centrocampo 4 giocatori offensivi, 2 attaccanti e un terzino di spinta. Questa è la nostra filosofia. Dobbiamo solamente lavorare su altre cose che sono importanti molto più dei moduli».
In occasione del match col Modena i biglietti di Curve e Distinti laterali costeranno soltanto 1 euro (esclusi i diritti di prevendita nei punti ticketone, ndr). L'obiettivo è quello di riempire lo stadio Adriatico e riaccendere un minimo di entusiasmo dopo i disastri delle ultime settimane.
Da vedere la reazione del pubblico biancazzurro, che con ogni probabilità risponderà presente all'ultima opportunità concessa dalla dirigenza al tecnico toscano. In caso di sconfitta il nome più gettonato (lo era anche sabato sera, ndr) per la sua sostituzione è quello di Massimo Oddo, attuale mister della Primavera.
Andrea Sacchini