CALCIO

Delfino Pescara. Col Brescia è la gara dei ricordi per Salamon: «5 anni splendidi...»

Sarà anche la gara della verità per i biancazzurri, che devono scalare la classifica

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

917

PESCARA. Il Pescara continua gli allenamenti in vista del match infrasettimanale e pre-pasquale di giovedì sera all'Adriatico contro il Brescia. Il match, sulla carta tutt'altro che proibitivo per gli abruzzesi, rappresenta un'occasione ghiotta per rafforzare il proprio piazzamento play-off e perché scalare importanti posizioni di classifica.
Sarà una partita speciale soprattutto per Salamon, in prestito secco dalla Sampdoria ma protagonista di 5 anni importanti con la maglia delle rondinelle: «per me è una partita bella, sono stato ben 5 anni a Brescia, conosco l'ambiente, i tifosi e molti compagni che indossano ancora questa maglia. Conosco anche Alessandro Calori, il mister che mi ha lanciato nella posizione di difensore centrale e che mi ha permesso di essere conosciuto e acquistato dal Milan. Ora però sono un giocatore del Pescara e voglio far bene con questa maglia».

«La classifica non rispecchia le qualità tecniche e caratteriali di questa squadra» – prosegue Salamon – «hanno giocatori importanti che possono cambiare la partita in ogni momento. Dentro casa facciamo molta difficoltà ed è arrivata l'ora di raccogliere più punti possibile. Dobbiamo arrivare il più in alto possibile».
Sul pareggio amaro di La Spezia: «prima della gara avremmo forse firmato per un pareggio. Per come invece sono andate le cose in campo (in vantaggio per ben 2 volte e con un uomo in più per tutta la ripresa, ndr) non siamo rimasti contenti. Siamo rammaricati e per questo dobbiamo recuperare terreno e punti giovedì col Brescia».
«C'è ancora molto da migliorare» – continua l'ex giocatore di Milan e Sampdoria – «soprattutto in difesa dove prendiamo dei gol in maniera molto ingenua. Penso ai calci di punizione contro e alle marcature che sono saltate. Se abbiamo preso tanti gol significa che qualcosa non va».
Intanto è già finita l'avventura al Beveren per Ante Vukusic. L'attaccante croato, da agosto in prestito secco dal Pescara, dopo appena 3 reti in 15 incontri ha interrotto di comune accordo col club belga il proprio contratto. Vukusic, volato in patria per risolvere alcune questioni personali, farà ritorno in Abruzzo nelle prossime settimane.

Andrea Sacchini