CALCIO

Serie B. Il Pescara si affida al bomber Sansovini: «voglio ancora segnare tanto»

Oggi partenza per La Spezia. Politano è rientrato in gruppo

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

840




PESCARA. Partenza anticipata di un giorno per il Pescara che giocherà in anticipo sabato alle ore 15,00 al Picco di La Spezia, vero e proprio scontro in ottica play-off. Ieri allenamento pomeridiano al Poggio degli Ulivi di Città Sant'Angelo. Buone notizie per Politano, che è rientrato in gruppo. Ancora fermi Aresti per una sindrome influenzale e Rossi. Lavoro personalizzato per Grullo, Bruno, Pesoli e Savelloni. Soltanto terapie per Lazzari.
Grande ex della contesa Marco Sansovini, che ha indossato la casacca bianconera dal 2012 al 2014 con all'attivo ben 21 reti in 52 incontri: «sono legato alla città di La Spezia ma ora però penso al Pescara, che è diventata la mia seconda casa. L'ho detto tante volte e non mi stancherò mai di dirlo: io e la mia famiglia ci troviamo benissimo circondato dall'affetto degli amici e della gente che mi fa sentire parte integrante di questa città».
«Anche a La Spezia sono stato molto bene» – prosegue Sansovini al sito ufficiale del club adriatico – «il ricordo più bello di quel periodo? Eravamo al Picco, si giocava Spezia-Ascoli. Stavamo perdendo 3-0, sembrava che la disfatta ormai fosse cosa certa. Sul 3-1, entro. Faccio tre gol, mi riporto il pallone a casa e lo Spezia si aggiudica i tre punti. Una bella emozione, veramente».

In campo però nessun ricordo: «è certamente una gara difficilissima: lo Spezia ha due punti in più di noi, la sua forza è nella compattezza di squadra, in un organico forte e di qualità. Stanno confermando di settimana in settimana una crescita importante e anche noi stiamo dando prova di esserci. Sarà un match avvincente e divertente sotto il profilo dello spettacolo».
Trentacinque anni da compiere a giugno, il bomber biancazzurro ha sempre l'entusiasmo di un ragazzino, di quando nel settembre 2007 realizzò alla Cavese il primo dei suoi 54 gol in Abruzzo: «non ho nessun segreto, solo la voglia di giocare, di rendermi utile e di dare sempre il massimo in allenamento e nelle partite. E di essere umili, di mettersi a disposizione: saper aspettare il proprio turno e dare il proprio contributo in qualsiasi momento».
Terzo in assoluto nella classifica cannonieri della storia del Pescara (dietro Tontodonati e Giampaolo, ndr), Sansovini proverà a raggiungere almeno re Federico (65 reti contro le 120 di Tontodonati, ndr): «intanto penso al prossimo gol e alla prossima vittoria, poi per gioco, penserò a eventuali record anche se il secondo posto di Giampaolo è un traguardo un po' più vicino, ma comunque sempre molto impegnativo rispetto a quello del bomber dei bomber biancazzurri».
Oggi consueta conferenza stampa pre-gara del tecnico e successivamente partenza per la Liguria.
Andrea Sacchini