SERIE B

Delfino Pescara. Beffa e rammarico. Baroni però sorride: «la squadra sta bene»

Con il Carpi rientrano Bjarnason, Selasi e Memushaj

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

863


PESCARA. Domenica di meritato riposo per il Pescara dopo il rocambolesco e sfortunato 2-2 di sabato col Vicenza. I biancazzurri, dopo il solito primo tempo scialbo ed avaro di emozioni, nella ripresa hanno messo in mostra una discreta organizzazione di gioco impreziosita da buoni ritmi e grande intensità. Il Vicenza, che va detto non ha rubato nulla ed ha creato anche qualche pericolo soprattutto in avvio secondo tempo, ha avuto il merito di approfittare dei limiti difensivi di questo Pescara.
L'undici di Baroni, tra le più serie candidate alla Serie A, rappresentano la settima difesa più perforata della cadetteria con 40 reti. Decisamente troppe per chi punta come minimo alla griglia play-off come ha ammesso a fine gara il tecnico Marco Baroni: «potevamo evitare le 2 disattenzioni difensive che ci sono costate il risultato. La squadra però ha dimostrato di star bene, di riuscire a interpretare la gara Tre partite in una settimana si sentono, ma credo che anche nel primo tempo, nonostante non abbiamo tenuto un gran ritmo, abbiamo creato trame di gioco importanti. Nel secondo tempo siamo stati più determinati e abbiamo avuto più occasioni ed è per questo che dispiace aver riportato solo un pareggio. Abbiamo dimostrato di essere una squadra duttile, capace di soffrire e sacrificarsi».
«Abbiamo giocato con una squadra nuova visto gli squalificati e gli infortunati» – chiude Baroni – «ma abbiamo trovato comunque equilibrio in campo. Questo pari fa però male. Potrebbero essere 2 punti persi però ripeto sono contento della prestazione della squadra».
Nel frattempo la squadra preparerà in settimana la difficile trasferta di Carpi di sabato prossimo. Certo il rientro nell'undici base di Memushaj e Bjarnason. Dovrebbe rientrare anche Selasi che si giocherà il posto da titolare fino all'ultimo con Brugman e Zuparic, autori entrambi di un ottimo match col Vicenza.
Andrea Sacchini