SERIE B

La Virtus Lanciano tra sorrisi e rimpianti. D'Aversa: «buono il punto ma...»

Solidità difensiva e compattezza, passi avanti in vista dell'Avellino

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

796

LANCIANO. Il terzo pareggio consecutivo (0-0 a Perugia, ndr) ha consegnato agli archivi una Virtus Lanciano dai 2 volti, attenta e concentrata in difesa ma poco incisiva e determinata sotto porta. L'esatto contrario delle precedenti gare, terminate entrambe 2-2, con Cittadella e Vicenza nelle quali i frentani avevano trovato la rete con una certa facilità ma ballato troppo in difesa. Serve equilibrio dunque, fermo restano che l'obiettivo primario della salvezza è sempre più vicino e lo stato psicofisico della squadra non lascia presagire a crolli clamorosi nella parte finale del campionato».
«Sono soddisfatto del punto e della prestazione» – ha raccontato il tecnico dei frentani, Roberto D'Aversa – «ma ora dobbiamo pensare subito alla gara di sabato al Biondi con l'Avellino. Ci aspetta un avversario difficile che naviga in zone di alta classifica. Dobbiamo prendere ciò che di buono abbiamo fatto vedere a Perugia».
Al Curi però ci sono parecchi rimpianti per le 2 clamorose palle gol fallite da Monachello nel finale, che avrebbero potuto dare ai rossoneri 3 punti di grande importanza per classifica e morale: «potevamo fare qualcosa di più nel primo tempo e tecnicamente abbiamo sbagliato tanto. Non abbiamo finalizzato quanto di buono abbiamo preparato in settimana. Resta un po' di rammarico anche se l'interpretazione della gara da parte dei miei ragazzi è stata molto buona».
«I gol falliti nel finale?» – prosegue D'Aversa – «peccato perché addirittura potevamo riportare a casa una vittoria ed invece dobbiamo accontentarci di un pareggio. Nelle 2 occasioni Monachello è stato sfortunato e poco preciso, ma bisogna ammettere che lo 0-0 è il risultato più giusto e noi siamo contenti di aver allungato la nostra striscia positiva».
Andrea Sacchini