LEGA PRO

L'uragano Teramo spazza via 5-1 la Carrarese. Oggi L'Aquila-Reggiana

Donnarumma-Lapadula: sempre loro. Ultima chiamata play-off per i rossoblù

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

895

CARRARA. Non doveva essere la gara più difficile dell'anno ma senza colpo ferire un Teramo straripante sotto tutti i punti di vista ha distrutto 5-1 la Carrarese. Gara fortemente condizionata dall'evidente divario tecnico e di motivazioni tra le due squadre, con l'undici gialloblù vicinissimo alla salvezza e lontanissimo dalla zona play-off.
La Carrarese, passata addirittura in vantaggio, ha resistito un tempo all'uragano Teramo che col passare dei minuti ha avuto vita facile dei padroni di casa.
Il vantaggio dei gialloblù al minuto 28. Fa tutto Gnahorè che semina il panico nella retroguardia abruzzese ed apparecchia per Galli che batte Tonti senza difficoltà.
La risposta del Teramo non è veemente e dopo un paio di spunti interessarti ecco il gol del pari al 41esimo. Donnarumma scatta perfettamente sul filo del fuorigioco e di giustezza beffa Calderoni.
Trovato il pari, il Diavolo subito nella ripresa passa a condurre operazioni e punteggio al minuto 2. Da posizione privilegiata il destro di Cenciarelli non dà scampo al portiere carrarese.
Al decimo il Teramo chiude la gara (ma non il punteggio, ndr). Direttamente da calcio piazzato da fuori area ancora Lapadula sorprende l'incolpevole Calderoni.
Il poker degli ospiti arriva al 28esimo con Di Paolantonio, che è il più lesto di tutti sotto porta a ribadire in rete una corta respinta di Calderoni su precedente tentativo di Donnarumma.
Il centravanti teramano però deve aspettare soltanto il minuto 48 per festeggiare la propria doppietta in classica azione di contropiede.
Sabato al Bonolis arriva la Pistoiese. Altra ghiotta occasione per rosicchiare punti all'Ascoli.
Gioca invece oggi L'Aquila che alle ore 19,00 al Fattori ospita la quotata Reggiana. Per restare agganciati alla zona play-off i rossoblù hanno un solo risultato possibile, la vittoria. I granata infatti occupano il quarto posto in classifica ed hanno un vantaggio di ben 6 lunghezze dagli abruzzesi.

CARRARESE-TERAMO 1-5 (primo tempo 1-1)
MARCATORI: 28'pt Galli (Ca); 41'pt e 48'st Donnarumma (Te); 2'st e 10'st Lapadula (Te); 28'st Di Paolantonio (Te).
CARRARESE: Calderoni, Berra, Lancini, Castagnetti, Teso, Massoni, Gnahorè 6 (10’st Di Nardo), Galli (32’st Brondi), Cellini, Gherardi, Merini. A disposizione: Zanotti, Battistini, Pedruzzi, Ambrosini, Beltrame. Allenatore: Remondina.
TERAMO: Tonti, Scipioni (45’st Brugaletta), Perrotta, Cenciarelli, Caidi, Speranza, Di Paolantonio, Amadio, Donnarumma, Lapadula (42’st Petrella), Masullo 6 (33’st Diakitè). A disposizione: Cappa, Di Matteo, Milicevic, Bucchi. Allenatore: Vivarini.
ARBITRO: Lanza della sezione di Nichelino.
NOTE: Ammoniti: Galli, Massoni. Espulsi: nessuno.
Andrea Sacchini