SERIE B

Delfino Pescara. Oggi col Crotone a caccia del tris. Baroni: «buone sensazioni»

Nessun turnover: «la terza gara la più rischiosa». Si gioca a Pescara alle 20,30

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1055




PESCARA. Due vittorie consecutive, 6 gol fatti e soprattutto 6 punti su 6 disponibili. Il tutto alla vigilia di un doppio confronto interno che potrebbe dare il via definitivo alla rimonta play-off del Pescara, che dopo le vittorie meritate con Catania e Virtus Entella cerca il tris questa sera col Crotone. L'occasione per l'undici di Baroni è ghiotta visto e considerato il tasso tecnico non eccelso dei calabresi, tipica formazione di B che gioca e lascia giocare.
«Dobbiamo assolutamente sfruttare il momento positivo» – ha raccontato nella consueta conferenza stampa della vigilia il tecnico del Pescara, Marco Baroni – «dopo Latina ho visto in campo un atteggiamento diverso e dobbiamo andare avanti su questa squadra. Mi aspetto una gara difficile. Abbiamo lavorato bene e curato ogni particolare. Mi aspetto una partita importante ed ho visto i volti dei miei giocatori molto concentrati. Servirà il miglior Pescara contro un Crotone motivato ed ordinato».
Grande trascinatore delle ultime 2 gare sicuramente Marco Sansovini, autore di ben 4 reti: «è un giocatore fantastico, non lo scopriamo ora. Lui coppia perfetta con Melchiorri? È un ottimo tandem ma il campionato è lungo e ci sarà spazio per tutti. Lì davanti ho tanti giocatori importanti».
Nessun turnover per il tecnico Marco Baroni, che aspetterà per effettuare qualche cambio soltanto in occasione del match di sabato col Vicenza: «non credo con il Crotone ma è possibile dalla prossima gara con i veneti. La terza gara al momento è quella più a rischio».

Chiusura dedicata agli obiettivi di questo Pescara: «dobbiamo pensare di gara in gara. Vedo ancora ampi margini di miglioramento ma credo moltissimo ai play-off».
Facile prevedere dunque un centrocampo a 4 formato da Bjarnason e Politano sulle corsie esterne e la collaudata coppia Memushaj-Selasi nel mezzo. In attacco scelte fatte con Sansovini spalla ideale di Melchiorri.
L'allenatore del Pescara ha convocato i portieri Fiorillo, Calore ed Aldegani; i difensori Boldor, Zuparic, Pucino, Venuti, Salamon, Zampano, Rossi, Vrdoljak ed Abecasis; i centrocampisti Bjarnason, Gessa, Brugman, Paolucci, Selasi e Memushaj; gli attaccanti Politano, Caprari, Melchiorri, Sansovini e Pettinari. Fuori dalla lista gli infortunati Aresti, Grillo e Bruno e lo squalificato Pasquato (all'ultima giornata di stop forzato dopo il rosso col Catania, ndr).

DRAGO CONOSCE I PUNTI DEBOLI DEL PESCARA: «VULNERABILE IN DIFESA»
«Il Pescara davanti fa davvero paura» – ha detto alla vigilia il tecnico dei calabresi Drago – «ma può essere vulnerabile in difesa. Dobbiamo approfittare di questa loro debolezza. Veniamo da una bella partita e vogliamo conquistare col Pescara punti pesanti per la classifica e per la salvezza».
Mister Drago ha convocato 22 calciatori: i portieri Cordaz e Stojanovic; i difensori Claiton, Cremonesi, Ferrari, Gigli, Martella, Zampano e Belasa; i centrocampisti Galardo, Dezi, Saba, Matute, Maiello e Salzano; gli attaccanti Ricci, Torregrossa, De Giorgio, Padovan, Rabusic, Ciano e Stoian. Non convocati gli squalificati Modesto e Suciu.
Pescara-Crotone verrà arbitrata da Riccardo Ros della sezione di Pordenone. Assistenti Niccolò Calò ed Edoardo Paolini.

Andrea Sacchini