Lega Pro. Il veleno è nella coda per il Teramo. La Spal pareggia a tempo scaduto

Donnarumma-gol, sembra fatta poi al 92esimo segna

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

781

TERAMO. Delusione grandissima per il Teramo che dopo essere stato in vantaggio per effetto di un rigore realizzato da Donnarumma è costretto all'1-1 dalla Spal da un altro penalty (Fioretti, ndr) a tempo quasi scaduto.
Tanti rimpianti per i biancorossi, che avrebbero meritato di più ma che hanno pagato a caro prezzo i propri errori sotto porta e difensivi.
Abruzzesi lenti e macchinosi ed incapaci di sfruttare la giornata apparentemente favorevole. Un passo indietro da non sottovalutare sotto il profilo fisico e tecnico nonostante la striscia di risultati utili consecutivi allungata a 17.
Nel primo tempo al 22esimo primo pericolo della gara creato dai padroni di casa. Donnarumma da fuori conclude debole e centrale. Un minuti dopo Rovini dalla distanza costringe Tonti al primo intervento degno di nota.
Al 33esimo ancora protagonista il portiere del Teramo nel dire di no ad un tentativo dai 25 metri di Di Quinzio.
Prima del duplice fischio Di Paolantonio ha la ghiotta chance del vantaggio ma da buona posizione non inquadra lo specchio della porta.
Nella ripresa calano i ritmi e la Spal al 24esimo sfiora l'1-0. Zigoni da 2 passi batte il portiere ma non fa i conti con Perrotta, decisivo nel salvataggio sulla linea di porta.
Al 28esimo però ecco come un fulmine il vantaggio del Teramo. Su calcio di rigore per fallo su Amadio, Donnarumma non sbaglia.
Sembra fatta ed il Diavolo sfiora anche il 2-0 ma in pieno recupero (minuto 47) Fioretti col secondo penalty di giornata per ingenuità colossale del neo-entrato Milicevic fa 1-1.
Per il Teramo sabato prossimo trasferta sul difficilissimo campo della Carrarese.

TERAMO-SPAL 1-1 (primo tempo 0-0)
MARCATORI: 28'st Donnarumma (Te) su calcio di rigore; 47'st Fioretti (Sp) su calcio di rigore.
TERAMO (3-5-2): Tonti; Caidi, Speranza, Perrotta; Scipioni, Di Paolantonio (21'st Petrella), Amadio, Cenciarelli, Di Matteo (41'st Masullo); Donnarumma (45'st Milicevic), Lapadula. A disposizione: Narduzzo, Diakitè, Brugaletta, Bucchi. Allenatore: Vivarini.
SPAL (5-3-2): Menegatti; Llazzari (29'st Togni), Gasparetto, Cottafava, Silvestri, Nava (41'st Fioretti); Gentile, Capece, Di Quinzio; Rovini (21'st Finotto), Zigoni. A disposizione: Ranieri, Aldrovandi, Gerbaudo, Giani. Allenatore: Semplici.
ARBITRO: Valerio Colarossi della sezione di Roma 2 (Guglielmi-Colizzi).
NOTE: Presenti sugli spalti circa 2.500 spettatori. Ammoniti: Rovini, Di Quinzio, Silvestri, Tonti. Espulsi: nessuno.
Andrea Sacchini