(D)ISTRUZIONE

Crollo intonaco all’istituto De Cecco, ancora verifiche tecniche in corso

In corso analisi termografiche e prove di carico

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1311




PESCARA. Mercoledì mattina nella sala dei marmi si è svolto il Consiglio provinciale straordinario sul tema “Sicurezza nelle scuole”.
All’ordine del giorno il caso dell’: istituto tecnico alberghiero di Pescara dove nei giorni scorsi tre giovani sono rimasti feriti a causa del crollo dell’intonaco del soffitto di un’aula della palazzina A del De Cecco, in via dei Sabini.
L’episodio, ha sottolineato il presidente della provincia, Antonio Di Marco, «ha evidenziato la reale possibilità di pericolo per l’incolumità degli studenti».
L’edificio è stato subito evacuato e la Provincia, tramite la ditta Labortec, sta effettuando dei lavori di verifica. In particolare su: aderenze dell’intonaco e, di conseguenza, ripristino dell’intonaco; analisi termografiche e prove di carico. Inoltre, è stata avviata una verifica interna per conoscere nel dettaglio gli interventi realizzati in questi ultimi anni all’alberghiero.
L’istituto per numeri può essere paragonato ad un comune del pescarese: palazzina A in via dei Sabini, 3200 mq per 550 alunni; palazzina B, 1700 mq per 530 alunni; sede in via Italica, 2700 mq per 720; per un totale di 300 docenti.

«Una grande realtà, dunque, che va a comporre il variegato quadro degli edifici scolastici, 18 per 63 plessi, gestiti dalla Provincia di Pescara», ha sottolinea Di Marco. «mi auguro che il legislatore nazionale tenga conto di tutto ciò e comprenda che gli enti provinciali, per occuparsi di sicurezza nelle scuole, hanno bisogno di risorse certe».

Nell’ambito del consiglio straordinario, e sulla scorta di quanto dichiarato martedì dal presidente Di Marco alla presenza dei dirigenti scolastici degli istituti superiori del pescarese, è stata quindi approvata una delibera.
Si prevede di prendere atto della relazione sullo stato dell’edilizia scolastica quale parte integrante e sostanziale del presente atto, nella quale, tra l’altro, vengono puntualmente definite le modalità di implementazione del sistema strutturato di monitoraggio degli edifici scolastici sotto il profilo della sicurezza, condividendone i presupposti e le finalità;
Inoltre ci si impegna a porre in essere tutte le azioni atte a reperire in sede di predisposizione del bilancio triennale 2015-2017 e, in particolare, in sede di predisposizione del piano annuale delle opere pubbliche per l’esercizio 2015, adeguate fonti di finanziamento finalizzate alla predetta implementazione e agli interventi programmati sul patrimonio scolastico.