SERIE B

Delfino Pescara. Bjarnason sceglie (per ora) di restare. Attacco: Ferrari in pole

Ieri amichevole ad Ortona (3-2). Doppietta Da Silva e gol di Milicevic

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2713




PESCARA. Almeno per il momento Bjarnason potrebbe rimanere a Pescara. Si è concluso infatti con un nulla di fatto l'atteso incontro di ieri tra i rappresentanti di Empoli, Pescara e del giocatore per il ritorno in Serie A del Nazionale islandese. Senza troppi giri di parole anche mister Marco Baroni ieri in conferenza stampa ha “riabilitato” Bjarnason, che probabilmente tutta questa voglia di cambiare aria non ne ha. Lo stesso centrocampista ex Gent e Sampdoria, contrariamente a quanto trapelato nei giorni scorsi, gradirebbe chiudere la stagione in riva all'Adriatico prima di prendere una decisione importante per il proprio futuro.
Un'arma in più per il mister biancazzurro che confida molto in una ripresa tecnica e soprattutto psicologica di un giocatore che rappresenta un pilastro imprescindibile nella propria Nazionale che sta sorprendendo nel Girone A (Olanda, Repubblica Ceca e Turchia, ndr) delle qualificazioni agli Europei di Francia 2016.
Chiuso (almeno per il momento, ndr) il discorso legato a Bjarnason, nei prossimi giorni gli operatori di mercato biancazzurri sono chiamati al difficile compito di rimpiazzare senza grandi rimpianti Maniero, passato nei giorni scorsi a Catania. Sul taccuino del duo Pavone-Repetto (ed in cima alla lista di gradimento di Baroni, ndr) ci sono Galabinov, Caracciolo e Ferrari. Dei 3 il papabile numero è sicuramente l'ultimo per costi inferiori e perché richiesto espressamente dal tecnico biancazzurro. Tanti nomi ma poche certezze invece per quanto riguarda il terzino sinistro. Smentite invece su Rea, che potrebbe essere ingaggiato solo e soltanto uno dei centrali di difesa dovesse essere ceduto (Cosic? Ndr).
La squadra intanto prosegue il lavoro in vista della ripresa del campionato di sabato a Trapani. Ieri amichevole ad Ortona, vinta per 3-2 grazie alla doppietta di Da Silva ed al gol di Milicevic (per i padroni di casa marcature di Traorè e Di Muzio.
Nel primo tempo Pescara in campo con Fiorillo; Venuti, Appelt Pires, Bunoza, Stipe; Paolucci, Milicevic, Brugman, Nielsen; Caprari, Da Silva.
Nella ripresa biancazzurri in campo con Fiorillo (Calore); Venuti (Balzano), Sanni, Bunoza (Milillo), Stipe (Silvestri); Paolucci (Keqi), Milicevic (Marzucco), Appelt Pires (Danso), Brugman (De Cinque); Di Rocco, Testi.
Con i siciliani mancheranno sicuramente gli infortunati Salamon (ancora terapie, ndr) e Lazzari.
Andrea Sacchini