SERIE B

Il Pescara sbanca Livorno e saluta il 2014 con ottimismo. Baroni: «che coraggio!»

Doppio Maniero esalta una prestazione di qualità e quantità dei biancazzurri

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1582

LIVORNO. Il Pescara saluta il 2014 finalmente con una vittoria brillante e meritata 2-1 a Livorno. Decisiva una doppietta di Maniero tra il 48esimo del primo tempo ed il 36esimo della ripresa a ribaltare l'iniziale vantaggio labronico di Galabinov al 36esimo.
Tre punti preziosissimi per i biancazzurri, che in un sol colpo spazzano via polemiche e critiche delle ultime settimane e si riavvicinano in maniera importante alla zona play-off. Ottima la prestazione del Delfino, che tolta qualche normale pausa di gioco, ha costruito le migliori azioni della gara, colpito il Livorno nel momento giusto e soprattutto sofferto poco in un secondo tempo giocato a buon ritmo ed intensità.
«Faccio i complimenti alla squadra» – ha dichiarato a fine gara il tecnico del Pescara, Marco Baroni – «avevo chiesto una vittoria per modificare in maniera positiva la classifica e non solo sono arrivati 3 punti ma è arrivata una prova di grande qualità e personalità. Abbiamo avuto il coraggio che forse ci è mancato in altre gare. Ora dopo un iniziale periodo di smarrimento siamo arrivati ad infilare diversi buoni risultati ed abbiamo scalato la classifica».
Finalmente la squadra è stata capace di rimontare uno svantaggio: «la squadra ha ormai un'identità ben precisa ed ha dimostrato di saper reagire anche nei momenti più difficili in campi delicati come quello di Livorno. Stiamo recuperando uomini importanti e siamo pronti per la seconda metà del campionato».
Archiviato il 2014 e soprattutto la prima metà di campionato, per il Pescara è tempo di bilanci e soprattutto di mercato. Contrariamente ai disastri compiuti negli ultimi 2 anni, sarà importante cambiare il meno possibile ed effettuare quegli innesti giusti che possano coprire le attuali lacune (esterni di difesa su tutti, ndr) e far compiere un deciso salto di qualità alla rosa a disposizione di Marco Baroni. Tecnico biancazzurro che avrà il difficilissimo compito di continuare la buona striscia di risultati alla riapertura del campionato fissata per il 17 di gennaio a Trapani.

LIVORNO-PESCARA 1-2 (primo tempo 1-1)
MARCATORI: 36′pt Galabinov (Li); 48′pt Maniero (Pe); 36′st Maniero (Pe) su calcio di rigore.
LIVORNO: (4-3-3): Mazzoni; Ceccherini, Bernardini (9′st Belingheri), Emerson, Lambrughi; Moscati, Mosquera (3′pt Luci), Djokovic; Cutolo (27′st Jelenic), Galabinov, Vantaggiato. A disposizione: Coser, Gemiti, Ricci, Galabinov, Favilli, Gonnelli. Allenatore: Carmine Gautieri. Allenatore: Gautieri.
PESCARA: (4-4-2): Aresti, Pucino, Salomon, Pesoli, Zampano; Bjarnason, Memushaj, Selasi (35′ st Brugman), Politano; Melchiorri (40′ st Pasquato), Maniero (43′ st Pogba). A disposizione: Fiorillo, Appelt Pires, Vitturini, Da Silva, Caprari, Cosic, Torreira. Allenatore: Marco Baroni.
ARBITRO: Abisso (Raparelli e Zappatore?
NOTE: Ammoniti: Mazzoni, Djokovic, Lambrughi, Moscati, Zampano, Emerson, Memushaj, Maniero.
Andrea Sacchini