SERIE B

Delfino Pescara. Domani con l'Avellino a caccia della continuità perduta

Tornano a disposizione Memushaj e Melchiorri. Emergenza in difesa

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2524

PESCARA. I biancazzurri agli ordini di Marco Baroni continuano gli allenamenti in vista del match di domani all'Adriatico contro l'Avellino. Recuperati dalla squalifica Memushaj e Melchiorri, che riprenderanno posto rispettivamente a centrocampo ed in attacco, l'emergenza ora è sulle fasce in difesa con il lungo stop per Grillo (almeno 5 mesi out, ndr) e la squalifica ancora in essere di Pucino per una giornata. Possibile nuova chance dal primo minuto per Vitturini, con Zampano che sembra aver risolto i piccoli problemi fisici accusati in settimana. Per il resto scelte di formazione fatte con Pesoli e Bjarnason titolari dopo i piccoli infortuni patiti nell'ultimo match di sabato.
Nonostante i problemi di formazione legati ad infortuni e squalifiche, a questo Pescara manca dannatamente equilibrio nei giudizi e soprattutto continuità di prestazioni. La vittoria in casa della Pro Vercelli, pur se ha portato in dote una settimana tranquilla di lavoro senza pressioni e 3 punti fondamentali in ottica classifica, non può nascondere i limiti ed i difetti di una squadra che fa dannatamente fatica a creare gioco e superiorità numerica in avanti. Gli spunti offensivi sono perlopiù frutto di individualità e non di organizzazione, con la classe di Melchiorri e le giocate di Maniero, Pasquato ed ultimo Da Silva che hanno coperto quelle che fin'ora sono state le falle di un gruppo ricco di qualità individuali ma non ancora pronto a giocare da squadra. 

«Sarà una gara durissima» – spiega capitan Maniero – «Noi cerchiamo continuità di risultati e dobbiamo cercare di sbloccarci in casa per dare soddisfazione anche al nostro pubblico. Credo che sia solo una questione mentale, ma l’Avellino arriva all’Adriatico agguerrito. L’Avellino ha solo mancato di risultati, non di prestazioni. Per questo sarà una partita aperta a qualsiasi risultato. Ha un buon organico, sono coesi: credo che da temere ci sia proprio il gioco corale che esprimono con delle individualità di ottimo livello».
Tra le fila degli irpini buone notizie per il tecnico Rastelli, che con ogni probabilità recupererà Eros Schiavon, assente dal rettangolo verde da oltre un mese e mezzo per un fastidioso infortunio alla coscia destra. Possibile conferma dal primo minuto a centrocampo per l'ex della contesa Konè e per Arini.
Pescara-Avellino verrà diretta da Francesco Paolo Saia della sezione di Palermo. Guardalinee Emanuele Prenna e Tarcisio Villa. Calcio d'inizio domani alle ore 15,00 allo stadio Adriatico di Pescara.

Andrea Sacchini