SERIE B

Domani Pescara-Virtus Lanciano. Il derby dei capitani: «non ci sono favoriti»

Maniero e Mammarella insieme in conferenza stampa hanno presentato il match

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2738

ABRUZZO. Entrambe reduci da una striscia di risultati e prestazioni negative, Pescara e Virtus Lanciano continuano a lavorare alacremente in vista del derby di domani sera allo stadio Adriatico (ore 20,30). Con ogni probabilità sarà il match della possibile svolta per una delle 2 squadre ma certamente sarà la partita dei tanti e grandi assenti. Soprattutto dal lato biancazzurro, con gli squalificati Pucino, Zuparic, Lazzari e Maniero e gli infortunati Venuti, Brugman, Milicevic e Caprari che non prenderanno sicuramente parte al derby.
Alla vigilia insolita conferenza stampa congiunta dei 2 capitani (Maniero e Mammarella, ndr), che hanno presentato la sfida di domani.
«Siamo sereni nonostante quello che è successo a Modena» – ha detto l'attaccante e capitano del Pescara (squalificato, ndr), Riccardo Maniero – «siamo pronti e vogliamo fare punti a tutti i costi non soltanto perché è un derby ma perché ne abbiamo veramente bisogno. Mi dispiace non esserci ma so che i miei compagni in campo non faranno sentire la mia assenza».

Gli ha fatto eco Carlo Mammarella, bandiera e capitano dei frentani: «il derby ha sempre un sapore particolare in qualsiasi città si giochi. Ci sarà sicuramente tensione in campo e nelle 2 squadre. L'anno scorso l'andata è stata decisa da un episodio mentre nel ritorno Pescara e Virtus Lanciano hanno dato vita ad una bella partita sotto un diluvio universale. Al di là dei risultati dell'ultimo periodo di entrambe le squadre credo che la forma sia buona. Non c'è chi parte in vantaggio».
«Noi non abbiamo paura» – prosegue Mammarella – «anche perché non è una partita determinante e ne mancano oltre 20 alla fine del campionato. Una partita vale sempre 3 punti ma è chiaro che conquistati in un derby hanno un sapore particolare. Stiamo bene fisicamente al di là dei problemi legati ad infortunati e squalificati. Abbiamo grandi potenzialità anche in panchina».
La gara col Lanciano rappresenta uno snodo importante per l'undici biancazzurro, protagonista fin qui di prestazioni e risultati altalenanti: «sì senza dubbio è così. Abbiamo fatto 2 vittorie (Brescia e Frosinone, ndr) poi abbiamo perso a Modena ed è successa la stessa cosa nell'altra positiva striscia di risultati in stagione (Virtus Entella e Crotone, ndr). Abbiamo bisogno di continuità di risultati. Non ci sono favoriti».
Andrea Sacchini